rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio

Gallo e Hjulmand i migliori: tecnica, corsa e agonismo. Le pagelle di Lecce-Cremonese

La prima partita del girone di ritorno si è chiusa con una sofferta, ma meritata vittoria. Coda e Di Mariano non sono ancora nelle migliori condizioni

LECCE - La vittoria del Lecce contro la Cremonese, maturata al fotofinish, porta il sigillo di Gallo, senza dubbio, ma anche quello di Hjulmand che quasi da solo ha fatto reparto. Sono diverse le insufficienze, e questo potrebbe sembrare un controsenso considerato il risultato, la partita è stata sporca, fisica e, di certo, l'abilità tecnica del Lecce ne ha risentito.

Le foto di una vittoria al fotofinish

Gabriel voto 5,5: quello che subisce è pur sempre un gol su colpo di testa sul suo palo. Non si fa sorprendere da un insidioso corner di Baez.

Gendrey voto 5,5: è tra quelli che a Roma ha corso di più e si vede. Meglio comunque nel secondo che nel primo tempo. Dal minuto 84' Calabresi, senza voto.

Lucioni voto 6: erroraccio in apertura di gara, poi risponde colpo su colpo all'altro capitano, Ciofani. Incolpevole sul gol, la marcatura non è la sua.

Dermaku voto 5,5: il possesso palla che porta al pari nasce da un suo rinvio sbilenco e poi, sul cross di Fagioli, si fa anticipare da Ciofani. Nel finale si trasforma in centravanti aggiunto e se Okoli fa autogol forse il merito è anche un poco suo.

Gallo voto 7,5: molto bello il gol, tanto dinamismo nella sua prestazione e pure il cross che determina l'autogol e, quindi, la vittoria del Lecce.

Majer voto 5,5: non in giornata, si vede. La battaglia non lo spaventa certo, ma non è il contesto nel quale può eccellere. Dal 65' Helgason voto 6: entra bene in partita, calcia anche molto bene un paio di calci d'angolo, ma si fa rimproverare quando cerca un passaggio per Coda quando invece potrebbe calciare in porta.

Hjulmand voto 7: se la prende con se stesso, con l'arbitro, con gli avversari ma trasforma il nervosismo in determinazione e ne viene fuori una partita quasi eroica, coltello in bocca, con qualche giocata che brilla anche tra il fango della trincea.

Gargiulo voto 5,5: la corsa c'è sempre, il resto molto meno. Dal 78' Faragò, senza voto. 

Strefezza voto 5,5: guardato a vista, non riesce a incidere nel match come è solito fare e sul pareggio della Cremonese contrasta troppo debolmente Fagioli, autore del cross per Ciofani. L'assist per Listkowski ricorda quello per Gargiuolo a Pordenone.

Coda voto 5: sempre avulso dal gioco, si vede che sta faticando a ritrovare la condizione. Dall'84' Olivieri, senza voto.

Di Mariano voto 5,5: dal punto di vista fisico si vede che sta recuperando una buona tenuta, il resto verrà di conseguenza. Dal 65' Listkowski voto 6: dimostra una maggiore intraprendenza, sta assimilando gli insegnamenti di Baroni. Interessante una sua conclusione spalle alla porta, deviata da Okoli.

Baroni voto 6,5: vince la seconda partita sporca di fila. Manda in campo Listkowski ed Helgason al 65' per Majer e Di Mariano: sembra un azzardo, invece è la premessa dell'assedio all'area di rigore della Cremonese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallo e Hjulmand i migliori: tecnica, corsa e agonismo. Le pagelle di Lecce-Cremonese

LeccePrima è in caricamento