rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Il terzino si presenta

Frabotta: “Lecce grande opportunità”. Corvino sul mercato: “Nessun incedibile”

Nella conferenza stampa il nuovo acquisto giallorosso si è detto entusiasta di giocare nel Salento. Dai dirigenti sportivi nessun riferimento esplicito a Coda ma messaggio chiaro: “Pronti a tutto ma abbiamo le idee chiare”

LECCE – L’entusiasmo di Gianluca Frabotta, da un lato, che fa seguito a quello di Assan Ceesay, e, dall’altro, il mercato giallorosso che potrebbe registrare la perdita di un tassello importante dell’ultimo biennio come Massimo Coda, senza tuttavia paura o smarrimento. Dalla conferenza stampa di presentazione del neo terzino del Lecce, prelevato dalla Juventus, arrivano le parole chiare dei dirigenti sportivi, Pantaleo Corvino e Stefano Trinchera, che, pur senza alcun riferimento esplicito alla situazione dell’attaccante campano (in procinto di un possibile trasferimento al Genoa), si dicono pronti ad ogni evenienza e con le idee giuste.

Un modo, insomma, per specificare di conoscere bene le difficoltà del calciomercato e di non aver paura o provare smarrimento dinanzi a partenze illustri: “Non abbiamo calciatori incedibili – ha spiegato il responsabile dell’Area tecnica Corvino in un passaggio del suo intervento – e abbiamo le idee chiare. Siamo pronti ad affrontare qualsiasi situazione. Non facciamo sconti a nessuno”.

Più in generale sulle manovre, Corvino ha escluso l’idea di una “rivoluzione” e ha evidenziato l’importanza di lavorare sulla qualità dell’organico, ribadendo, come già detto in occasione della presentazione di Ceesay, che ci si sia tanto da fare sia in entrata che in uscita, soprattutto tenendo conto della presenza nella massima categoria di realtà provinciali consolidate: “Noi – ha aggiunto – dobbiamo cercare di cambiare quelli che è giusto cambiare per essere competitivi. Aver fatto tre acquisti a giugno è già tanto ma questo non vuol dire che abbiamo fatto tutto: in un club consolidato tre acquisti basterebbero, a noi non ne basteranno sei”.

E, a proposito di giocatori, su Frabotta ha dichiarato: “Oggi per me è molto più facile presentarvi il nuovo acquisto. A Bologna lo portai all’età di 16 anni da una squadra calcio romana. Fu un affare prima per il Bologna e poi per la Juve. Lo scorso anno è stato limitato da alcuni problemi fisici. Nel presentarvelo vi diciamo che pensiamo possa tornare un calciatore da Juve come ha già dimostrato di essere”

Frabotta ha mostrato grande entusiasmo nell’iniziare questa nuova avventura: “Per me sarà un anno importantissimo – ha esordito -, vengo da una stagione in cui sono stato fermo. Non vedo l’ora di iniziare a giocare, ho voglia e devo mettere tutto in campo”.

Il terzino ha spiegato di aver ricevuto informazioni sul Lecce dall’ex compagno Barak: “Mi raccontava spesso – ha precisato – di come sia stato bene qui. Corvino ha pesato nella trattativa, ho sentito fiducia. Mi hanno dato una grande opportunità e la devo sfruttare al meglio”.

Quanto al numero, Frabotta potrebbe indossare la 24, per un legame speciale con un proprio familiare. E sul ruolo: “Ho fatto il terzino sinistro o il quinto, mai il centrale, ma sono pronto a sacrificarmi”. Sulla concorrenza con Gallo, Frabotta non si è detto spaventato ma pronto a duellare. Poi un ringraziamento anche ad Andrea Pirlo che lo ha lanciato alla Juve in prima squadra dopo il breve esordio con Maurizio Sarri e un riferimento a Bonucci e Chiellini, ritenuti due “esempi nei gesti e nella dedizione”.

Trinchera ha parlato del ritiro, raccontando di come la squadra si sia presentata bene; tornando, invece, sul calciomercato: “Il calcio è fatto di scelte e noi terremo conto di chi dovrà andar via. Il mercato è lungo e faremo del nostro meglio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frabotta: “Lecce grande opportunità”. Corvino sul mercato: “Nessun incedibile”

LeccePrima è in caricamento