rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Pensando alla prossima stagione

Il presidente sogna uno stadio pieno di abbonati: “Un modello unico”

Saverio Sticchi Damiani e il direttore dell'area tecnica, Pantaleo Corvino, hanno ricevuto un'ovazione dal pubblico presente al Via del Mare

LECCE – Dopo una serie di notti insonni e di grandi tensioni, il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani se ne concederà probabilmente un’altra, ma solo per rivivere tutte le emozioni di una stagione coronata con il traguardo più importante, quello che proietta la squadra giallorossa nella massima serie: “Provo la gioia di un presidente che con una squadra competitiva, ma giovane, ha centrato un obiettivo clamoroso perché questa era una B difficilissima, piena di compagini che non hanno badato a spese - ha commentato davanti ai cronisti -. Noi avevamo progettato una promozione in tre anni, è arrivata con uno di anticipo: complimenti al grande lavoro fatto da Corvino, Trinchera, dal mister e dal suo staff che hanno sempre badato al sodo. Siamo addirittura arrivati primi”.

Il presidente è stato acclamato dal pubblico e lui ha ringraziato i tifosi di tutti i settori: “Volevo lanciare un segnale di ringraziamento per tutti coloro che mi hanno incoraggiato in ogni momento, per strada, allo stadio - ha spiegato -. Ho percepito che questa città mi vuole bene e questo mi ha dato la forza per andare avanti in questi ultimi due anni complicatissimi e con la passione e lo sforzo di tutti quanti abbiamo raggiunto questo obiettivo pazzesco”.

L’immagine di uno stadio pieno e festante resterà impresso nella memoria. Per Sticchi Damiani è la terza promozione della sua gestione - una in B, due in A – ma alla gioia non ci si può abituare: “Se stasera avessimo avuto due Via del Mare li avremmo riempiti entrambi. Mi dispiace per coloro che sono rimasti fuori. Ho la sensazione che per l’anno prossimo si può pensare a uno stadio solo per gli abbonati: sarebbe un modello unico in Italia, ma oramai c’è un tale entusiasmo, una voglia di esserci che sarebbe bello chiudere il discorso già con gli abbonati e mandare la nostra Angelica (responsabile biglietteria, ndr) in vacanza”, conclude sorridendo.

Anche il direttore dell’area tecnica, Pantaleo Corvino, ha ricevuto un grande tributo dagli spalti: “Tornavo in B dopo 600 partite di serie A. Avevo in testa di rendere orgogliosa la gente del Salento e devo dire che riuscire in questa impresa davanti a club con proprietà straniere e facoltose, credo sia stato un successo figlio delle idee e non del portafoglio. Ho voluto fare il giro del capo per rendere omaggio ai tifosi. È un momento che premia loro insiema al nostro lavoro che è stato molto impegnativo”.

3Z3A9673-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente sogna uno stadio pieno di abbonati: “Un modello unico”

LeccePrima è in caricamento