rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Corvino visto con Pippo Inzaghi

La Primavera brucia le tappe, Sticchi Damiani: “Dietro c’è la programmazione”

Dopo il trionfo dei ragazzi di Coppitelli, che vale anche l'accesso ai preliminari della Youth League europea, il numero uno del club parla con realismo del futuro: “Non perdiamo di vista la nostra dimensione”

LECCE – L’annata calcistica per Lecce e tutto il Salento che si riconosce nei colori giallorossi non si può che etichettare come memorabile. Come uno di quei vini che si ripongono in cantina nella consapevolezza che, anche dopo molto tempo, conserveranno intatto la loro unicità.

La prima squadra ha conquistato la permanenza in serie A con una giornata di anticipo, la Primavera ha vinto, ieri sera, il titolo nazionale. A proposito della squadra maggiore va detto che sono stati visti e fotografati, in aeroporto a Bologna prima dei controlli, Pantaleo Corvino e Pippo Inzaghi: difficile che i due si siano trovati per caso, più facile pensare che sia stato avviato un dialogo per portare l'attuale allenatore della Reggina sulla panchina giallorossa: la prossima settimana se ne saprà certamente di più.

Per quanto riguarda i giovani giallorossi guidati da Federico Coppitelli, al Mapei Stadium di Reggio Emilia si sono imposti per 1 a 0 sulla Fiorentina con un gol di Hasic nel corso del recupero del secondo tempo supplementare.Al difensore centrale è stato poi assegnato il premio “Piermario Morosini” come miglior calciatore della fase finale del campionato Primavera.

“Per capire la grandezza di quello che i ragazzi hanno fatto – ha dichiarato il presidente del club, Saverio Sticchi Damiani - ho detto ai ragazzi di immaginare la nostra maglia col tricolore cucito. È un segnale bello così come lo è il fatto di avere una squadra che parteciperà alle fasi preliminari della Youth League”.

Il numero uno della società ha quindi aggiunto: “C’è una programmazione che è partita tre anni addietro: la promozione in Primavera 1, la salvezza l’anno dopo nell’ultima partita e quindi lo scudetto. Un percorso incredibile, ringrazio i ragazzi: sarà pure che sono tutti o quasi stranieri, ma sono entrati dentro il nostro progetto, sono salentini a tutti gli effetti. Congratulazioni a mister Coppitelli (nella foto, sotto), che è un vincente ma ancora gli mancava il tricolore”

La foto gallery della finale scudetto a Reggio Emilia (Chilla)

Rispetto al futuro, Sticchi Damiani usa il lessico del realismo, invitando peraltro l’ambiente giallorosso a godersi il presente: “Dobbiamo essere bravi, spero che il successo di quest’anno non faccia perdere la dimensione della nostra realtà. Questo non significa non voler crescere, non voler essere ambiziosi, ma mai perdere di vista la consapevolezza di quello che siamo”.

Intanto il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, ha preannunciato un invito in Comune per la comitiva dei ragazzi terribili di Coppitelli con lo scopo di esprimere la gratitudine della città per quanto fatto e per farli sentire ancora più parte della comunità che ai colori del suo club attribuisce un valore sacro.

Coppitelli e il trofeo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Primavera brucia le tappe, Sticchi Damiani: “Dietro c’è la programmazione”

LeccePrima è in caricamento