Domenica, 21 Luglio 2024
L'idea

Il saluto alla squadra poi l’annuncio: “Cittadinanza onoraria a Pantaleo Corvino”

Il primo cittadino di Lecce, Carlo Salvemini, si è recato al Via Del Mare in occasione della rifinitura prima della partita col Bologna: ha incontrato giocatori, staff e società. Poi l’omaggio al direttore tecnico giallorosso

LECCE – Lo stadio aperto ai tifosi per l’allenamento di rifinitura prima dell’ultimo ballo di stagione al “Via Del Mare”: è tempo di festa a Lecce dopo la straordinaria salvezza ottenuta domenica scorsa sul campo del Monza, con gli ultimi minuti di emozioni al cardiopalma.

L’adrenalina ha lasciato spazio, a distanza di qualche giorno, alla gioia e alla consapevolezza del risultato maturato. E tra i tanti tifosi presenti, non ha voluto mancare il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, stamattina, che ha salutato mister Marco Baroni, lo staff tecnico, i giocatori, il presidente Saverio Sticchi Damiani, il direttore tecnico Pantaleo Corvino e quello sportivo Stefano Trinchera. E, che, dopo aver rivolto un pensiero a tutti, ha preannunciato il conferimento della cittadinanza onoraria del capoluogo salentino proprio a Corvino.

Prima, però, l’incontro con tutti i protagonisti sul campo e fuori di questo successo: “Ho rivolto loro, a nome della città – scrive sui social il primo cittadino -, un messaggio di sincero orgoglio per il risultato sportivo ottenuto. Che vale per noi quanto una qualificazione in Champions League. E di ringraziamento per il modo col quale è stato raggiunto: con impegno straordinario, esemplare spirito di squadra, impeccabile profilo dentro e fuori il campo”.

Salvemini racconta di aver esortato giocatori, staff, società a godersi fino in fondo le emozioni di questi giorni “perché nello sport si soffre troppo per lo sconfitte e si gioisce poco per le vittorie”: “Serve invece a tutti, società e tifoseria – spiega il sindaco -, avere consapevolezza piena del grande traguardo ottenuto: da neo promossa; con la squadra più giovane della serie A; con una proprietà espressione delle città; con un budget finanziario rispettoso degli equilibri di bilancio che ha imposto di fare scelte coraggiose e investimenti oculati”.

“La consapevolezza di ciò che si è, di quanto si è fatto – prosegue Salvemini - rafforza lo spirito di appartenenza e orgoglio di una intera comunità”.

Poi svela il retroscena che apre un nuovo capitolo di questo percorso, raccontando di aver anticipato al direttore tecnico Corvino il conferimento della cittadinanza onoraria del capoluogo salentino: “Ho chiesto in ragione dei grandi risultati ottenuti con l’US Lecce nella tua carriera, ultimo dei quali questa salvezza straordinaria, avresti piacere a ricevere dal comune il riconoscimento della cittadinanza onoraria? Te lo chiedo a nome dei tantissimi leccesi che ti stimano e apprezzano il tuo lavoro. Tra i quali Marco Povero che in settimana si è fatto promotore di una raccolta di firme che mi ha consegnato l’altra mattina”.

“Ci siamo abbracciati insieme al presidente Sticchi – chiosa Salvemini -, senza bisogno di aggiungere altro. Domani sarà bellissimo salutare la squadra e festeggiare sugli spalti tutti insieme. Godersi il prepartita, il match col Bologna, i saluti dopo il fischio finale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il saluto alla squadra poi l’annuncio: “Cittadinanza onoraria a Pantaleo Corvino”
LeccePrima è in caricamento