rotate-mobile
Calcio

Altra sconfitta del Nardò, in rimonta la spunta la Casertana: finisce 1-2

Dopo il pari di domenica scorsa arriva un'altra sconfitta per i neretini che, incapaci di trovare il gol del raddoppio, si sono fatti beffare dagli ospiti nelle battute finali del match

NARDÒ – È buio pesto al “Giovanni Paolo II” con il Nardò di mister Ciullo che perde anche questa domenica. I neretini, nonostante la buona prestazione casalinga, si devono arrendere alla Casertana capace di rimontare il risultato e aggiudicarsi tre importanti punti in ottica vetta della classifica.

Nel primo tempo a partire meglio è la formazione campana, con un tiro di testa di Favetta murato all' 8’ ed una conclusione al volo che termina alta di Chinappi al 10’. Il primo acuto marchiato Nardò arriva al 16’, con Mengoli che dopo esser entrato in area nel tentativo di servire un compagno insidia la porta, Trapani si oppone con i piedi per evitare il peggio. Grande chance per i neretini al 30’, con una trama offensiva insistita che vede il pallone terminare tra i piedi di Mariano, il giovane attaccante all’altezza del dischetto dell’area di rigore calcia e spara alle stelle. Al 33’ il Nardò tira un sospiro di sollievo, con il gol ospite di Chinappi che viene annullato causa posizione di offside. Dopo lo spavento è il Nardò a trovare il gol con Porcaro che, al 39' muove il tabellino.

Nella ripresa parte forte il Nardò, con Cristaldi che al 7’ svetta più di tutti in area e con un colpo di testa spara alto. Al 12’ i padroni di casa mancano ancora la marcatura, con il portiere avversario bravo prima a dire di no a Cancelli e ingenuo poi a farsi sfuggire la palla che scendeva a campanile: Mancarella calcia a botta sicura, Rainone compie un miracolo e salva sulla linea. Al 15’ Felleca da posizione invitante spara alto, poi al 24’ la Casertana va vicinissima al pari con Favetta che, dopo aver superato un avversario in dribbling, fa partire un diagonale che lambisce il palo. Al 33’ ultima prova generale prima dei gol degli ospiti, con Felleca che dopo una discreta giocata calcia al lato. Saranno decisivi al 35’ prima e 39’ poi i gol di Favetta e Felleca, che regaleranno la vittoria ai loro e al contempo la beffa al Nardò.

Altri punti persi per i granata dunque, che, incapaci di raddoppiare e forse un po' sfortunati, si sono fatti sorprendere nel corso delle ultime battute. Una sconfitta che potrebbe costare cara al tecnico neretino Salvatore Ciullo, il quale oltretutto non ha rilasciato dichiarazioni al termine della gara. I salentini restano fermi in quartultima posizione con all’attivo solo 4 punti.

A rilasciare un commento al termine della sfida del “Giovanni Paolo II” in conferenza stampa è stato il tecnico della Casertana Vincenzo Maiuri, il quale ha dichiarato: “Credo che prima di giudicare la mia squadra si debba vedere la reale situazione che circonda il nostro ambiente. Siamo arrivati a questa gara con cinque pesanti assenze e chi è sceso in campo aveva a malapena tre giorni di allenamento, perciò mi piace sottolineare il carattere della mia squadra nonostante un Nardò battagliero. Parliamo di una squadra che, al cospetto di un pre-campionato normale al contrario del nostro, ci ha messo in serie difficoltà. Poi è arrivata questa vittoria grazie a dei cambi, anche sotto il punto di vista del gioco, con la squadra che è stata molto leggera nel primo tempo, una dimostrazione di ciò è il gol subito su una sbavatura molto banale. Bisogna comunque dare merito ai nostri avversari che, grazie anche a grandi calciatori nel loro organico, ci hanno messo in serie difficoltà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altra sconfitta del Nardò, in rimonta la spunta la Casertana: finisce 1-2

LeccePrima è in caricamento