Calcio

Serie D/H, Casarano contro il Cerignola: Matino e Nardò in trasferta

Domani andrà di scena il turno infrasettimanale del girone H di Serie D, con il Casarano impegnato contro il forte Cerignola: Matino e Nardò in trasferta rispettivamente contro Nola e Gravina

LECCE – Turno infrasettimanale per il campionato di Serie D, con il girone H che vedrà il Casarano impegnato tra le mura amiche contro un grande avversario. Trasferte invece per Nardò e Virtus Matino.

A poche ore dall’importante successo di misura nel derby contro il Nardò (0-1), il Casarano del tecnico Matias Calabuig si prepara per una sfida interna di altissimo livello. I rossazzurri aprono infatti le porte del “Capozza” al Cerignola di Michele Pazienza, compagine che dopo una compagna acquisti di alto livello che ha portato anche diversi ex Casarano in gialloblù – Salvatore Mincica e Dario Giacomarro -, ha cominciato il campionato nel migliore dei modi vincendo contro Fasano e Nola e pareggiando contro il Molfetta. Gli ofantini in vetta alla classifica distano un solo punto dal Casarano che, ad oggi, ha centrato due vittorie e perso una sola gara, dunque alla ricerca di conferme. Per i salentini sconfitti nel primo impegno casalingo la sfida di domani, giocoforza, sarà importante per regalarsi e regalare ai propri sostenitori i primi tre punti stagionali tra le mura amiche.

Al termine della vittoria al “Giovanni Paolo II” il tecnico argentino Clabuig si è espresso in merito al match contro gli ofantini, queste le sue parole: “La gara di mercoledì con il Cerignola sarà difficile come ogni sfida di questo girone. Dobbiamo prepararla al meglio, perché vogliamo continuare a fare bella figura, in quanto anche domenica scorsa contro il Bisceglie la prestazione non è mancata”. Inoltre il trainer argentino alla vigilia ha rilasciato altre dichiarazioni: “Domani abbiamo una bella opportunità di fronte ai nostri tifosi, non dimentichiamo però che siamo ancora all’inizio del campionato. Sono felice della voglia e del morale del mio gruppo squadra, ma domani affronteremo una squadra forte, ben organizzata, che se lasceremo giocare potrà farci molto male. Il nostro obiettivo - conclude - sarà quello di avere il pallino del gioco ed essere protagonisti del match e, ovviamente, vincere”.

Sul fronte opposto, invece, il tecnico dei gialloblù Pazienza si è espresso così alla vigilia della gara: “Vogliamo – esordisce l’ex Pisa - dare continuità ai risultati, siamo consapevoli che per far ciò dovremmo fare del nostro meglio perché giocheremo contro una squadra dai grandi potenziali. Parliamo di un avversario che in rosa vanta dei giocatori che conoscono la categoria e, anche se hanno giocato poche ore fa, saranno capaci di riproporre in campo un’ottima prestazione come quella che li ha visti vincere contro il Nardò. Mi auguro – conclude Pazienza - che i miei si presentino in campo con la solita umiltà e voglia di far bene”. Calcio d’inizio fissato per le ore 15 e match diretto da Filippo Colaninno, fischietto della sezione di Nola.

La Virtus Matino dopo il secondo pareggio stagionale in casa maturato domenica contro il Molfetta, si sposta in territorio campano per far visita al Nola. Quest’ultimo avversario ostico e già capace di battere tra le mura amiche il Nardò, si è dovuto arrendere di misura alla Casertana e sabato ha subito uno scivolone contro il Cerignola perdendo per 6-0. Ciononostante sarà una sfida non del tutto facile per il Matino del tecnico Branà che vanta dal suo canto la fila di tre risultati utili consecutivi, attraverso i quali ha messo in cascina 5 punti che gli permettono momentaneamente di presidiare la zona sinistra della classifica. Il tecnico dei biancazzurri è però consapevole delle difficoltà del campionato e dell’importanza di rimanere con i piedi per terra, come già specificato al termine del pareggio per 1-1 di sabato, dichiarando: “Per noi non ci sono gare facili, siamo comunque consapevoli che ogni gara esterna sarà una battaglia. Non abbiamo nessuna pressione e dobbiamo continuare il nostro cammino sulla stessa falsa riga di questo inizio”. La gara sarà diretta da Guido Iacopetti di Pistoia.

Colloquio con i tifosi e contrarietà societaria: questo accade a Nardò dopo tre giornate, causa l’incapacità dei neretini di trionfare dopo il successo all’esordio contro la Team Altamura. Un rendimento che ha portato la società al confronto con lo spicchio caldo dei tifosi dopo la sconfitta nel derby contro il Casarano, per il quale in sala stampa si è poi espresso il presidente granata Donadei, dichiarando: “A fine gara abbiamo avuto un confronto con i tifosi sereno e pacato. Loro hanno certamente ragione a manifestare perplessità e a volere di più dopo due sconfitte consecutive contro squadre largamente alla nostra portata. Ora però dobbiamo restare uniti e compatti, sappiamo bene dove e come dobbiamo intervenire”.

Di certo, accaduti che non fanno sorridere, in particolar modo dopo due giornate e a meno di un mese dall’inizio del campionato. Il Nardò con soli tre punti avrà l’opportunità di riscattarsi in trasferta a Gravina, su un campo tutt’altro che facile e contro un avversario che, come i cugini del Casarano, dopo tre giornate vanta 6 punti in classifica. Una gara che se dovesse prendere svolte positive potrebbe far rialzare la china e far prender consapevolezza dei propri valori, ma che in caso contrario inviterebbe a maggiori riflessioni da parte dei soggetti in prima linea nella gestione del club. A dirigere la gara dell’impianto “Vicino” di Gravina sarà Andrea Migliorini della sezione di Verona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D/H, Casarano contro il Cerignola: Matino e Nardò in trasferta

LeccePrima è in caricamento