Calcio

Serie D/H, Casarano e Nardò contro le murgiane: il Matino ospita il San Giorgio

Al via il campionato di Serie D, tra le squadre della provincia il Casarano sarà ospite del Gravina ed il Nardò affronterà la Team Altamura: sfida salvezza per il Matino che affronta i neopromossi del San Giorgio

LECCE - Ad una settimana dal primo atto dei campionati di Eccellenza e Promozione si apprestano ad esordire anche le compagini facenti di Serie D. A tenere alto il nome della provincia di Lecce nella massima categoria del calcio dilettantistico compaiono Casarano, Nardò e la neo-promossa Virtus Matino. Quella di domani sarà una giornata ricca di calcio giocato per il nostro territorio, con le tre squadre citate che scenderanno in campo a partire dalle ore 15.

Il Nardò si appresta a dare il via (ufficiale) al settimo anno consecutivo in Serie D, e lo farà in quel di Copertino contro la Team Altamura. Non potrà calcare il terreno del “Giovanni Paolo II” non ancora pronto, a causa di lavori di rifacimento, per ospitare le gare interne. I granata arrivano alla sfida dopo ben cinque amichevoli pre-campionato, di cui l’ultima che li ha visti vincere largamente per 7-0 contro l’Ugento. Se ciò non bastasse, nelle ultime ore a disposizione il direttore sportivo Corallo ha portato in maglia neretina Mileto, difensore esperto, lo scorso anno in forza al Castrovillari, e l’esterno mancino Massetti che ha sposato il progetto salentino dopo tre annate in Serie C con Fano, Pontedera e Pro Patria. La sfida tra Nardò e Team Altamura sarà diretta da Edoardo Papale della sezione di Ercolano.

Contro i murgiani, domani, non sarà certamente una passeggiata, seppur i biancorossi quest’anno hanno deciso di partire senza i fari puntati sopra, costruendo una squadra che lotterà per conservare la categoria. Di questo ne è consapevole anche il tecnico Ciullo, il quale alla vigilia ha tenuto a specificare come “l’esordio di domani è la prima vera gara della stagione, ci proietteremo dunque in un campionato molto entusiasmante quale il girone H. L’Altamura. nonostante non l’abbia vista all’opera, credo sia un’ottima squadra, basti pensare ai nomi presenti in rosa. Incontriamo una buona squadra che vanta al suo interno ottime individualità. Mi aspetto – ha concluso l'allenatore– una prova importante da parte dei miei ragazzi, perché l’avversario è di livello. Mi auguro di vedere in campo ciò per cui lavoriamo da inizio ritiro”.

Gara esterna per il Casarano che sarà ospite in territorio murgiano del Gravina. Match che porrà di fronte due squadre che quest’anno puntano ad una salvezza tranquilla, al contrario di quanto accadeva mesi fa, quando i rossazzurri, nonostante il dichiarato obiettivo di vittoria del campionato, persero in casa contro i gialloblù al termine di una gara beffarda. I salentini nelle ultime due settimane hanno tenuto dure sedute di allenamento per farsi trovare pronti al primo impegno di campionato, pertanto gli ultimi test amichevoli risalgono allo scorso 8 settembre, quando Prinari e compagni avevano trionfato nel 1° memorial Franco De Siena, al termine di un doppio successo centrato contro Taurisano e Atletico Racale, formazioni di Promozione pugliese.

La gara di domani tra Casarano e Gravina che si disputerà sul terreno di gioco del “Vicino”, sarà diretta dal signor Antonio Monesi della sezione di Crotone. In settimana sui canali ufficiali del club salentino ha parlato l’attaccante Lucas Dambros, il quale alla domanda sui suoi obiettivi personali ha specificato: Il mio obiettivo, qui a Casarano come in ogni piazza in cui sono stato, è quello di vincere le partite e di conseguenza il campionato. È un’ambizione personale, che si discosta ovviamente da quella della squadra”. La punta di origini brasiliane lo scorso anno con il Fasano ha già avuto modo di assaporare il girone H di Serie D, ed è consapevole di ciò che comporta far parte di un raggruppamento simile: “Avendo già giocato il girone H sono consapevole delle sue difficoltà, ma sono fiducioso, credo che la nostra squadra sia ben attrezzata e che il mister ci abbia fatto svolgere un’ottima preparazione. Anch’io, come hanno fatto altri in passato, spero di lasciare il segno a Casarano, e mi auguro che mi ricordino per il sacrificio e la grinta che metterò in campo ogni domenica”.

Alla vigilia ha parlato anche il tecnico rossazzurro Calabuig che ha esordito così: “Arriviamo a Gravina per tentare di essere protagonisti della gara, consapevoli comunque che la gara d’esordio non è mai agevole. Le mie sensazioni sono positive, quanto fatto dai ragazzi in cinquanta giorni di ritiro mi fa avere ottimi propositi, e spero di poter raccogliere buoni frutti”. Il trainer argentino ha poi concluso facendo il quadro della situazione relativamente agli indisponibili in vista di Gravina: “Faremo certamente a meno di Rizzo che deve scontare un turno di squalifica rimediato nella scorsa stagione. Sarà assente anche Romano assieme a qualche altro atleta che non è al meglio, ma ciò non deve dar vita ad alibi: vogliamo dire la nostra e giocarci la sfida contro i murgiani senza timori”.

A pochi giorni dalla comunicazione ufficiale riguardante il terreno di gioco che verrà utilizzato per le gare interne, la Virtus Matino della presidentessa Cristina Costantino si appresta a giocare la prima gara in Serie D a distanza di 28 anni dall’ultima volta. “Partecipare per noi è già una vittoria” così ha esordito la massima esponente della formazione biancazzurra, che entusiasta della categoria e delle avversarie del girone H, sarà certamente desiderosa di vedere i suoi ottenere il massimo ogni domenica sul rettangolo di gioco. Dopo la sconfitta in Coppa arrivata all’ultimo secondo in quel di Brindisi, mister Branà ha tenuto a specificare che a partire da domani non si dovrà più sbagliare. Pertanto la gara in programma alle 15 presso il centro sportivo Heffort Sport Village (Parabita) li vedrà ospitare i campani del San Giorgio, anch’essi neopromossi e reduci dalla sconfitta di misura in Coppa Italia Serie D contro la forte Cavese (1-0). La gara tra i salentini ed i campani sarà diretta da Dylan Marin della sezione di Portoguaro. Sarà dunque sfida salvezza fin dal primo turno per entrambe le compagini. 

Alla vigilia del match il tecnico Giuseppe Branà ha così presentato il match: “La gara di domani dovrà avere esito positivo per permetterci di partire bene in campionato, in quanto il test di Coppa con il Brindisi, seppur contro una squadra costruita per la salvezza, ci ha messi in difficoltà. Pertanto sarà importante capire se dovremmo triplicare le nostre forze per essere alla pari con gli altri club. L’avversario l’abbiamo studiato in settimana, e nonostante sia una neopromossa gioca un calcio molto offensivo, utilizzando al meglio un 4-3-3. Sarà certamente una partita a viso apert, e dovremo stare attenti alle loro ripartenze e agli uno contro uno sulle corsie laterali. Speriamo di fare bottino pieno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D/H, Casarano e Nardò contro le murgiane: il Matino ospita il San Giorgio

LeccePrima è in caricamento