rotate-mobile
Calcio

Eccellenza: settimo successo per l'Ugento, il Maglie vince a Sava

Il Gallipoli esce sconfitto dallo scontro diretto, vittoria roboante del De Cagna Otranto. L'Atletico Racale non va oltre il pari contro il Grottaglie

LECCE – Domenica di calcio ricca di importanti risultati nel campionato di Eccellenza Pugliese, girone B. L’Ugento trionfa contro il Gallipoli, vincono anche Toma Maglie e De Cagna Otranto al termine di due avvincenti gare. Pari per l’Atletico Racale.

Ugento che vince e convince contro il Gallipoli, grazie ad un 2-1 che permette di consolidare la vetta e soprattutto battere il Gallipoli, diretta concorrente. I ragazzi di Salvadore fin dall’inizio spingono sull’acceleratore, con una grande chance già al 12’: Lopez da destra crossa per Chirivì che di prima intenzione calcia a botta sicura ma trova l’opposizione miracolosa del portiere avversario. La reazione ospite è affidata a Miccoli che, al 25’, riceve al limite dell’area e fa partire il destro: palla alta sopra la traversa. Al 39’ Rodriguez, direttamente da calcio di punizione, chiama Russo al grande intervento. Le prove generali del gol vengono premiate al 42’ quando Rodriguez, al termine di un’azione convulsa al limite dell’area gallipolina, mette a sedere un avversario con una finta e con il piattone in diagonale trova l’1-0.

Ad inizio ripresa non cambia il canovaccio, tant’è che al 48' Cassano si libera di un avversario e serve Chrivì in area, l’ex Lecce di prima intenzione piazza sul secondo palo e trova la rete del 2-0. Al 14’ della ripresa il portiere del Gallipoli, Marconato, è ancora una volta protagonista e nega il tris ai padroni di casa: servito in area effettua un dribbling e a tu per tu calcia trovando la manona del numero 1 gallipolino. Gli ospiti reagiscono e al 18’ è Manisi a chiamare l’attenzione del portiere di casa che su un diagonale si distende e rifugia in angolo. Al 22’ Lopez, onnipresente sul fronte destro, arriva in area con una serie di dribbling e fa partire un destro che scheggia la traversa. Dopo una fase poco emozionante della gara, il Gallipoli accorcia le distanze al 43’ e lo fa con Sindaco che raccoglie una sfera vagante sugli sviluppi d’angolo e la scaglia in rete. Troppo tardi per gli ospiti che dopo il match contro il Martina steccano la seconda gara contro l’altra capolista del girone. Per l’Ugento sette vittorie consecutive e primo posto a quota 21, per il Gallipoli che non vince ormai dalla seconda giornata settima piazza con 9 punti.

Otranto, che impresa.

Trionfa anche il De Cagna Otranto al termine di un’intensa sfida contro il Manduria che con astuzia e ingegno mette in serie difficoltà i locali che sono costretti a giocare una gara al limite della perfezione. Al 20’ è primo vantaggio biancoblu con il cross dal fronte mancino di Diarra che viene trasformato da Meneses in gol con un imperioso stacco di testa. Nonostante siano i padroni di casa a tenere il pallino del gioco, al 40’ sono gli ospiti a trovare il pari, con un’azione convulsa in area otrantina al termine della quale Turco con un tocco sigla l’1-1.

Ad inizio ripresa non demorde la formazione di casa nonostante il palo dopo qualche minuto di Valentini. Ma al 21’ della seconda frazione ci pensa il bomber Meneses a riportare in vantaggio l’Otranto, anche questa volta di testa sugli sviluppi d’angolo. Il nuovo vantaggio dura però soli tre minuti perché l’arbitro concede un rigore al Manduria: sul dischetto Pignatale non sbaglia e ristabilisce la parità. Al 31’ dopo diverse trame offensive insistite un altro cross di Villani viene premiato nel migliore dei modi: svetta Capristo in area che trova il tris e il gol del definitivo 3-2.

Tre gol di testa regalano il secondo successo di fila all’Otranto che, dopo il Mola, batte anche il Manduria e si rilancia prepotentemente nelle zone alte della classifica. Approfitta dei passi falsi di Gallipoli e Sava e si stabilisce al momento in quarta posizione forte dei 14 punti ottenuti nei primi sette turni.

Il Maglie è vivo: vince anche contro il Sava

Proprio quando la stagione sembrava non promettere nulla di buono il Toma Maglie ha sterzato, ottenendo la terza vittoria consecutiva – tra campionato e coppa – contro un Sava che arrivava da diversi successi di fila. Con questo risultato i giallorossi si allontanano dalla zona rossa e si piazzano all’ottavo posto a pari merito con il Gallipoli e a due sole lunghezze di distanza dalla griglia play-off.

A cominciare meglio è però la formazione tarantina con Procida che al 4’ chiama all’intervento elastico l’estremo ospite su punizione. Al 13’ è doccia fredda per i padroni di casa che vedono una conclusione dai venti metri di Tourè insaccarsi sotto l’incrocio. Non manca la reazione dei locali, tant’è che al 25’ Quarta dall’interno dell’area con una forte botta insacca alle spalle di Esposito ristabilendo la parità. Negro e Maglie per i salentini ci provano su calcio piazzato, risponde bene il portiere del Sava. Ma al 34’ si conta l’episodio che decide il match, con Aquaro che commette fallo da ultimo uomo e lascia i padroni di casa in dieci.

Nella ripresa sostanziale equilibrio con le due compagini che, ben organizzate in fase difensiva, chiudono spesso le linee di passaggio e vanificano le varie trame offensive che spesso si confermano un nulla di fatto. Poi però il Toma Maglie fiuta l’opportunità ed all’89’ Tecci in mezzo all’area raccoglie un batti e ribatti trasformandolo nel gol vittoria. Da segnalare al fischio finale un espulso per parte, Quarta e Cabrera, causa una baruffa in mezzo al campo.

Pari a reti bianche e Racale che torna a smuovere la classifica

A concludere il settimo turno del campionato di Eccellenza pugliese è la formazione allenata da Bruno, ovvero l’Atletico Racale che non va oltre un pari a reti bianche nella sfida esterna contro il Grottaglie. Vero e proprio scontro diretto tra le due compagini che si ritrovavano a pari merito e in zona play-out e che forse per timore reciproco hanno animato pochi frangenti del match disputato in territorio tarantino.

Un pari che aiuta gli ospiti a smuovere la classifica dopo diverse sconfitte consecutive, ma che certamente non li aiuta a dare una risposta concreta alle dirette concorrenti. Svanisce così l’opportunità per i biancazzurri di balzare fuori dalla zona rossa, proprio in una domenica che ha visto grandi protagoniste le salentine del raggruppamento B. Con cinque punti all’attivo la squadra racalina si ritrova in quart’ultima posizione, con tre soli punti di vantaggio sulla Virtus Mola fanalino di coda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza: settimo successo per l'Ugento, il Maglie vince a Sava

LeccePrima è in caricamento