rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Calcio

Tedesco risponde a Basrack, tra Casarano e Lavello termina 1-1

Pari arrivato nel finale per i rossazzurri nella sfida salvezza del "Capozza": due reti annullate agli ospiti e due pali per i salentini

CASARANO – Al “Capozza” il Casarano si sveglia nel finale e pareggia la sfida salvezza contro il Lavello: termina 1-1 l’anticipo del girone H di Serie D, in gol Basrack per i lucani e Tedesco per i salentini. Rimane l’amaro in bocca per gli ospiti che dopo aver terminato i primi 45’ in vantaggio e con due reti annullate, nella ripresa sprecano tre occasioni gol clamorose. I padroni di casa dopo un primo tempo in affanno, nella ripresa risultano più equilibrati e si rendono pericolosi, trovando il pareggio negli unici quattro tiri effettuati nello specchio della porta. Buon punto per il Casarano che trova il terzo risultato utile di fila, salendo momentaneamente al dodicesimo posto con 28 punti. Rossazzurri che scenderanno in campo nuovamente mercoledì in occasione del recupero della sfida contro la Team Altamura.

Fin dai primi istanti di gara il Lavello si rende pericoloso, e dopo un giro di lancetta Militano strappa palla a Logoluso e conclude alto dai trenta metri. Al 5’ gli ospiti passano in vantaggio, con gli sviluppi del primo corner che premiano Basrack il quale, lasciato ingenuamente solo al centro dell’area, tocca e insacca in rete lo 0-1. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e subito dopo una triangolazione tra Prinari e Dambros porta a una conclusione alta dal limite del secondo. Al 14’ su calcio piazzato Di Fulvio trova il raddoppio di testa, ma il direttore di gara ravvisa un fallo in area e rende vana la trasformazione lucana. Al 22’ cross sporcato in area di Coronese, Vitofrancesco taglia sul secondo palo e colpisce di testa senza impensierire Chironi, al 28’ prima grande occasione del Casarano con un cross di Vitofrancesco deviato da un avversario, la sfera scheggia il palo e si spegne sul fondo. L’ultimo acuto del primo tempo è di marca ospite, con Basrack che dopo uno scontro con Iannì trova il gol di testa: l’arbitro non convalida la rete in quanto ravvisa l’irregolarità commessa dal nove lucano.

Nella ripresa non cambia il canovaccio e il Lavello attacca fin dalle prime battute: al 2’ Sessa serve in area Militano, il 14 di prima intenzione apre il piattone e va vicino al gran gol. La gara si addormenta e sale il nervosismo, si rivedono le due formazioni in fase offensiva al 17’ quando Prinari su cross tenta la rovesciata, grande intervento di Chironi che con l’ausilio del palo si rifugia in angolo. Al 23’ Sessa strappa palla a Signorelli, il 17 serve Ouattara che a porta sguarnita calcia a botta sicura, ma trova l’opposizione sulla traiettoria di Rizzo. Al 28’ altra grande occasione dell’attaccante ex Taranto, con Iannì che esce su Dominguez, Ouattara riceve e con il portiere fuori dai pali calcia da fuori, la sfera si spegne di poco al lato. Al 34’ terza grande chance dei secondi 45’ del Lavello, con Marcellino che imbecca Militano in area, il 14 non calcia forte e favorisce l’intervento di Iannì. Il Casarano si accende nel finale e al 35’ Vitofrancesco crossa da destra, in area svetta più di tutti Tedesco che trova l’angolo lontano e spiazza Chironi siglando l’1-1. Al 43’ i padroni di casa vanno vicini al gol della rimonta, con il cross di Montinaro raccolto sul secondo palo da Vitofrancesco che calcia di prima intenzione, Chironi è monumentale nel negare il gol all’ex della gara. Sugli sviluppi della stessa azione Montinaro approfitta del disimpegno errato e calcia a tu per tu con l’estremo avversario ma calcia al lato. Ultima chance nel quinto dei sei minuti di recupero, con Fontana che riceve al limite e calcia di prima intenzione sparando alto sopra il montante.

“Abbiamo un evidente problema nell’approccio alla gara – spiega Alessandro Monticciolo, tecnico del Casarano, nel post gara - , ogni domenica regaliamo un quarto d’ora ai nostri avversari e dopo cominciamo a giocare. Quella di oggi è stata una sfida difficile, abbiamo affrontato un Lavello che ci aspettava nella propria metà del campo chiudendoci le linee di passaggio, e noi non siamo riusciti a sfondare il loro muro difensivo. Sono passati in vantaggio grazie a un nostro errore in area di rigore e su cui dobbiamo lavorare, ma per fortuna nel secondo tempo è uscito il vero Casarano e con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto vincerla. Ad un certo punto ho notato che i ragazzi facevano fatica a uscire da alcune situazioni a causa anche delle condizioni del terreno di gioco, poi nel secondo tempo la gara è divenuta sporca e i ragazzi si sono adattati. Rimane il rammarico per non aver trovato il terzo successo di fila – conclude Monticciolo -, ma siamo consapevoli delle energie spese nel corso di queste settimane, ciononostante ci abbiamo provato fino al triplice fischio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tedesco risponde a Basrack, tra Casarano e Lavello termina 1-1

LeccePrima è in caricamento