Giovedì, 28 Ottobre 2021
Calcio

Vince ancora l'Ugento, Gallipoli e Otranto non vanno oltre al pari. Maglie beffato nel finale

La quinta giornata del campionato di Eccellenza pugliese vede protagonista l'Ugento che vince contro il Castellaneta. Pareggiano Gallipoli, Otranto e Maglie, perde ancora il Racale

LECCE – Solamente l’Ugento trionfa nel quinto turno del campionato di Eccellenza pugliese girone B, mentre Gallipoli e De Cagna Otranto sciupano l’opportunità di risalire le posizioni in classifica pareggiando contro le ultime due della classe. Pari anche per il Toma Maglie, dura sconfitta dell’Atletico Racale contro il Sava.

L’Ugento di mister Salvadore continua a vincere e lo fa imponendosi per 3-1 sul Castellaneta tra le mura amiche. Al comunale dopo soli 10’ Cicerello, tirando dai venticinque metri, batte il portiere ospite, colpevole per un intervento non perfetto sul primo palo. Dopo un accenno di reazione del Castellaneta che potrebbe pareggiare i conti, al 42’ una gran girata di interno di Stefanizzi che vede la sfera entrare in porta, regala il momentaneo 2-0 ai giallorossi.

Nella ripresa inizio shock per gli ospiti, Carrozzo verticalizza nella zona di nessuno, la sfera rimbalza sul terreno di gioco e quando Mennella, portiere del Castellaneta, sembra far sua la sfera in presa, compie una sbavatura non da poco che costa il 3-0 in favore dei padroni di casa. Gli ospiti non ci stanno e sull’azione seguente Cascio servito in area di prima intenzione non sbaglia, accorciando le distanze. Per il resto della ripresa ci proverà il Castellaneta a riaprire la contesa ma senza fortuna. Tre punti importanti che tengono i giallorossi in vetta a pari merito con il Martina, e che allo stesso tempo rallentano una diretta concorrente.

Rocambolesco 3-3 al "Bianco"

Gara rocambolesca al “Bianco” di Gallipoli, con i galletti di Max Oliva che contro la Virtus Mola ultima della classe pareggiano per 3-3 e trovano il terzo pari consecutivo. In apertura di gara sono i giallorossi ad avere delle ottime occasioni con Maiolo e Manisi, ma al 34’ è la formazione ospite a portarsi avanti: Portoghese calcia dal limite dell’area, Pino non respinge bene e Guglielmi appoggia a rete. La reazione del Gallipoli arriva dai piedi di Santomasi che calcia a botta sicura e a porta sguarnita, ma la traiettoria viene murata dalla difesa ospite.

Nel recupero doccia fredda per i giallorossi, con La Serra che sradica il pallone a un avversario e serve Portoghese, quest’ultimo a tu per tu con il portiere giallorosso conclude a rete e sigla lo 0-2. Nella ripresa entra in campo Medina, ed al 5’ il bomber trasforma di testa un cross di Regner. Al 30’ arriva il pari dei padroni di casa, con Solidoro che dopo un’azione insistita serve Maiolo che da posizione ravvicinata trova il gol. Al 38’ Santomasi completa la rimonta con un bel pallonetto, ma nei minuti di recupero Martinez atterra in area Lucariello concedendo un penalty al Mola: sul dischetto va Loseto che sigla il 3-3. Un amaro pareggio per l’avversario affrontato, per la prestazione e per come è arrivato. Con 9 punti il Gallipoli si allontana sensibilmente dalla vetta che ora dista sei lunghezze, regalando il primo punto della stagione alla Virtus Mola.

Otranto, occasione sciupata

Occasione sciupata anche dal De Cagna Otranto contro l’Ostuni, anch’essa formazione che fino ad oggi non aveva ottenuto nemmeno un punto. Uno 0-0 caratterizzato dal nervosismo e da alcuni episodi dubbi, con l’Otranto che rimane al centro della classifica con 8 punti all’attivo. Parte bene la formazione rossoblù con Capristo che al 5’ imbucato in area si fa neutralizzare dall’estremo difensore avversario. Lo stesso ci prova poco dopo da fuori area, conclusione alta e che non crea pericoli. Al 25’ un diagonale di Mancarella lambisce il palo.

Il finale di primo tempo viene caratterizzato da alcuni episodi in area di rigore, con non poche polemiche a fare da sfondo alle decisioni arbitrali. Nel corso della ripresa Piccinno in tuffo sfiora il vantaggio per l’Otranto, poi al 25’ un’inzuccata Mancarella viene neutralizzata da un ottimo Schina. A 15’ dal termine Mancarella e Caruso vengono espulsi, e nel finale Chiochia per l’Ostuni con un colpo di testa va ad un passo dal colpo grosso. Dopo questo episodio il direttore di gara pone fine alla contesa.

Toma Maglie, che peccato

Finisce 1-1 tra Ginosa e Toma Maglie, con un grande rammarico per i giallorossi che hanno visto sfumare il primo successo stagionale nel finale di gara. A passare in vantaggio sono proprio i salentini grazie alla rete di Negro al 20’ direttamente da calcio d’angolo. Nonostante la gara scivolasse sui binari giusti per il Maglie, al 32’ della ripresa Saani sigla per il Ginosa il gol del finale 1-1. Un pari che serve a poco o nulla ai giallorossi capaci di racimolare solo tre pareggi, causa altrettanti pareggi, in cinque impegni, e che dunque rimangono in undicesima posizione.

Racale, tonfo a Sava

Infine, perde malamente l’Atletico Racale in casa del Sava, con un netto 3-0 che ha visto la formazione tarantina andare in vantaggio sin da subito grazie a un penalty trasformato da D’Arcante. Al 32’ altro errore della difesa del Racale che atterra un avanti biancorosso e concede il secondo calcio dagli 11 metri, sul quale questa volta va Beltrame che non sbaglia. Dopo una ripresa dominata dai padroni di casa, al 89’ Quarta chiude i conti dopo una sgroppata solitaria. Per il Racale di Bruno altro risultato negativo e classifica che li vede nelle zone basse con 4 punti all’attivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vince ancora l'Ugento, Gallipoli e Otranto non vanno oltre al pari. Maglie beffato nel finale

LeccePrima è in caricamento