Sport

Caturano incisivo anche a mezzo servizio: "Contento per gli assist"

L'attaccante arrivato dall'Ascoli sta recuperando la piena condizione dopo l'infortunio rimediato al debutto in giallorosso

Caturano contro il Martina Franca.

LECCE – Il suo peso specifico nella manovra offensiva del Lecce è già tangibile. Numeri alla mano, Salvatore Caturano si sta dimostrando il valore aggiunto della squadra di Braglia, sebbene il suo impiego, per forza di cose, sia stato fino a questo momento ponderato.

Arrivato nel Salento già il primo giorno utile per la campagna invernale dei trasferimenti, l’attaccante napoletano si è messo a disposizione del tecnico, sapendo di avere una concorrenza agguerrita e qualificata nella zona avanzata del campo: Moscardelli, Curiale, Doumbia, Sowe e Surraco.

Una ventina di minuti effettivi a Rieti nel giorno del debutto in giallorosso, condito dal goal del momentaneo vantaggio e dal successivo infortunio; otto minuti a Caserta, in campo dall’inizio e fino al 76’ contro il Martina Franca, gara in cui ha confezionato il passaggio che ha liberato Doumbia al tiro che è valso il 2 a 0 (e un altro per Moscardelli che però non ha centrato lo specchio). Manca la continuità, certo, ma le premesse non sono male: "Spesso un attaccante viene giudicato solo in base ai goal, ma io sono contento di aver dato un contributo in termini di assist", ha dichiarato l'attaccante ai cronisti, questa mattina, prima della ripresa degli allenamenti in vista della trasferta di Catania.

Ora che lo stop per lo strappo muscolare è alle spalle, Caturano aspetta solo il momento di ritrovare la piena forma: “Ho recuperato bene, ma non sono ancora al 100 per cento. Questa settimana sarà decisiva” ha spiegato il calciatore che ha disputato la prima parte di stagione con la maglia dell'Ascoli.

Nel capoluogo etneo il Lecce in campo scenderà in campo alle 20.30: “E’ una squadra di tutto rispetto, in una piazza importante. Vedremo di partire subito forte perché in ambienti come quello, se vai sotto, poi è difficile recuperare”.  E' probabile che Caturano faccia parte dell'undici titolare, soprattutto se dovesse allenarsi senza intoppi.

Contro il Martina è stato schierato come esterno, al posto di Surraco: “Ad Ascoli ho fatto anche il quarto di centrocampo, a sinistra. Non ho problemi a fare quello che mi dice l’allenatore anche se magari non è il mio ruolo ideale”. In realtà, al di là dei moduli, nella prima frazione ha provato più volte ad accentrarsi: “Il mister – ha spiegato il capocannoniere del girone C nello scorso campionato con la maglia del Melfi - mi aveva chiesto di farmi trovare tra le linee, di aprire spazi per Davide (Moscardelli, ndr)”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caturano incisivo anche a mezzo servizio: "Contento per gli assist"

LeccePrima è in caricamento