Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Con il Valencia la nobiltà di Spagna arriva nel Salento

Nell'amichevole di domenica 22 il Lecce affronterà il Valencia, big della Liga e del calcio europeo. Conosciamo meglio la storia dei prossimi avversari dei giallorossi

festa-2

Domenica prossima il Lecce ospiterà gli spagnoli del Valencia in un'amichevole di prestigio. Dopo aver affrontato, in fase di preparazione, squadre dilettantistiche o di categoria inferiore tra le quali la Triestina e la Salernitana, per i giallorossi un test match di indubbio spessore tecnico per saggiare lo stato di forma a sette giorni dal debutto di San Siro contro il Milan. Il Valencia C.F. fa parte dell'aristocrazia del calcio iberico ed è un colosso anche dal punto di vista economico: il volume di affari, secondo in patria solo a quello di Barcellona e Real Madrid, ne fa uno dei club più importanti al mondo.

La storia e l'organico

Fondato nel 1919, il Valencia è la squadra più rappresentativa della Comunità Valenciana, sia per numero di tifosi che per blasone. Il sorprendente Villareal (nel quale gioca Giuseppe Rossi), che da alcuni anni gravita stabilmente nelle prime posizioni della Liga, non può certo vantare lo stesso palmarès. Vincitore di sei campionati nazionali, l'ultimo nel 2003/04, il nome del Valencia è divenuto familiare agli sportivi italiani a partire dalla fine degli anni novanta: con Claudio Ranieri in panchina, infatti, gli spagnoli vinsero la Coppa del Re nel 1998/99, dopo un'astinenza da trofeo di diciannove anni, e l'anno successivo persero la finale di Champions contro il Real Madrid. Ingaggiato l'argentino Cúper, il Valencia vide infranti i sogni di salire sul tetto d'Europa perdendo la finale per la seconda volta consecutiva, questa volta ai rigori, contro il Bayern Monaco a Milano. Il triennio di Rafa Benítez - a Valencia dal 2001/02 al 2003/04 - si apre e si chiude con due scudetti l'ultimo dei quali accompagnato dalla Coppa Uefa; è questo il periodo d'oro che fa impazzire i tifosi che gremiscono il "Mestalla" e che porta il Valencia alla ribalta nel panorama europeo. Dopo una fase di flessione, nella quale comunque vince una Supercoppa europea (con l'appena rientrato Ranieri, nel giugno 2004) e l'edizione 2007/08 della Coppa del Re (con Ronald Koeman), il Valencia riparte con un nuovo ciclo.

Dall'anno successivo è infatti guidato dal tecnico basco Unai Emery Etxegoien che aveva portato nella massima serie l'Almeria. Gli ultimissimi anni sono stati però scanditi dalla crisi economica culminata con le dimissioni del presidente Sorián ed un debito dichiarato di circa 550 milioni di euro, fronteggiato con un aumento di capitale di 92 milioni varato dal nuovo consiglio di amministrazione presieduto dall'attuale presidente, Manuel Llorente. Reduce da un ottimo terzo posto nell'ultima Liga, il Valencia si ripropone anche per il prossimo campionato come la più agguerrita concorrente di Barcellona e Real Madrid. Quanto all'attuale organico, in difesa spiccano i nomi dei nazionali portoghesi Miguel e Ricardo Costa; a centrocampo gente del calibro di Albelda, Joaquín, Del Horno, Hugo Viana, e Sunny mentre in attacco ci sono il nazionale uruguagio Nacho González e il giovane campione del mondo Mata; da valencianisti sono tornati vincitori dal Sudafrica anche Davíd Silva, Marchena e il fortissimo Davíd Villa (108 reti in 164 gare di campionato), passato al Barcellona. In porta due elementi di sicura affidabilità, César e Moyá.

Terza amichevole internazionale

Erano 43 anni che il Lecce non disputava un'amichevole contro una squadra di un altro paese al Via del Mare. Era infatti il 24 giugno del 1967 quando i giallorossi il Lecce affrontarono il Santos di Pelè. O' Rey fece una tripletta e brasiliani vinsero per 5 a 1. La gara rientrava nel cartellone allestito dal commissario straordinario dell'Us Lecce, avvocato Marcello Indraccolo, per celebrare l'inaugurazione del nuovo impianto dopo la chiusura del Carlo Pranzo. Nel settembre precedente i giallorossi avevano già affrontato lo Spartak Mosca, riuscendo ad ottenere un lusinghiero pareggio per uno a uno. Nella gara di domenica prossima mister De Canio potrà quindi saggiare le condizioni della sua squadra contro un avversario che, di certo, non verrà nel Salento solo per una gita. Il club spagnolo, mercoledì sera, si presenterà ai suoi tifosi in una partita contro la Fiorentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il Valencia la nobiltà di Spagna arriva nel Salento

LeccePrima è in caricamento