rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

A Monopoli con Caturano dal primo minuto. Braglia: "Sono tutte finali"

Alla vigilia della trasferta in terra barese, il tecnico ha dichiarato che potrebbe fare apportare delle variazioni rispetto alla formazione abituale

LECCE – Alla vigilia della trasferta a Monopoli, il Lecce fa i conti con se stesso: dopo il pareggio casalingo rimediato in extremis contro il Melfi, non sono più necessarie nemmeno le raccomandazioni tipiche di quando si incontra una squadra di classifica medio-bassa.

Il tecnico Piero Braglia, in conferenza stampa, ha archiviato così l’ultima gara: “E’ anche fisiologico dopo tanti risultati di un certo tipo. Sta alla nostra intelligenza capire che dobbiamo stare attaccati al carro facendo buone prestazioni, altrimenti di stacchiamo. Ho sempre pensato che a rincorrere, alla fine paghi qualcosa”.

Giocare bene a Monopoli e conquistare il bottino pieno a Monopoli sarà tutt’altro che agevole: la squadra di Massimiliano Tangorra, che ha solo tre punti di margine sulla zona play off (Catania a quota 25), nelle ultime cinque apparizioni davanti ai propri tifosi ha vinto solo una volta (con i Castelli Romani), lasciando il passo a Matera, Akragas e Benevento (pari col Catanzaro). E’ una formazione organizzata, fisica, essenziale nella manovra e battagliera, che non si è mai offerta sull’altare sacrificale. L’aria di derby, inoltre, sta inebriando l’ambiente biancoverde.

L’allenatore giallorosso, che sconterà la seconda delle tre giornate di squalifica (in attesa del ricorso), ha lasciato ancora ai box Freddi, che sconta i postumi di un malanno ad un piede, ma per il resto si è portato nel ritiro di Polignano a Mare tutti gli effettivi. In campo dal primo minuto ci sarà Caturano: “Gioca dall’inizio, anche se lui ancora non lo sa: è anche bene che si prenda delle responsabilità perché quando è stato chiamato in causa ha fatto sempre bene”. Il capocannoniere della scorsa stagione di Lega Pro potrebbe essere schierato al posto di Doumbia, che si è allenato a parte per evitare contrasti, e al fianco di Moscardelli, con Surraco nelle vesti di rifinitore.

Ci potrebbero essere anche delle altre variazioni rispetto all’undici sul quale ha molto insistito:  “Vediamo se è il caso di dare un turno di riposo a qualcuno che è sembrato un poco spento – ha spiegato Braglia -. Ora sono nove finali perché siamo lì e buttare via sette mesi di lavoro sarebbe un peccato. Alla fine contano le motivazioni, quello che vuole la testa lo fa fare anche alle gambe: spero tornino prestazioni all’altezza”.

Espugnare Monopoli - dove ci saranno almeno 300 tifosi salentini al seguito - significherebbe cancellare l’amarezza per il mancato sorpasso al Benevento che, domenica attende la Casertana per un derby complicato e già discusso, considerata la “vicinanza” tra i due club a livello di assetto proprietario. Il Foggia sarà invece impegnato a Messina mentre il Cosenza ospita la Paganese.

I convocati

Portieri: Bleve, Perucchini; difensori: Abruzzese, Alcibiade, Beduschi, Camisa, Cosenza, Legittimo, Liviero; centrocampisti: Carrozza, De Feudis, Lepore, Lo Sicco, Papini, Salvi, Vecsei;attaccanti: Caturano, Curiale, Doumbia, Moscardelli, Sowe, Surraco 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Monopoli con Caturano dal primo minuto. Braglia: "Sono tutte finali"

LeccePrima è in caricamento