Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

La serie A è una questione di messa a punto. Corvino: "Troviamo l'equilibrio"

Il direttore dell'area tecnica del Lecce ha chiesto un'analisi completa della stagione regolare, dall'eccellente rendimento esterno a quello mediocre nel proprio stadio: "Abbiamo tutti i mezzi per farcela, ci manca un ultimo sforzo"

Pantaleo Corvino, direttore dell'area tecnica del Lecce.

LECCE - Lunedì sera il Lecce sarà di scena a Venezia per la gara di andata della semifinale dei play-off. Nel turno preliminare, infatti, i lagunari si sono imposti per 3 a 2 sul Chievo Verona al termine di un confronto che si è prolungato fino ai tempi supplementari. L'altra semifinale sarà tra il Cittadella, che ha eliminato e il Brescia, e il Monza.

La squadra di Eugenio Corini si ritrova davanti a un avversario con il quale nella stagione regolare ha ottenuto quattro punti su sei, ma sarebbe fuorviante pensare di partire con i favori del pronostico: certo, i giallorossi passerebbero il turno anche con due pareggi, in virtù del miglior piazzamento in campionato, ma la formazione di Zanetti ha tutte le qualità - tecniche, atletiche, agonistiche - per non risentire di timori reverenziali.

Gli uomini di calcio sanno che nei momenti cruciali hanno la meglio coloro che restano più lucidi, più equilibrati. E Pantaleo Corvino, non a caso, ha raccontato ai cronisti nel corso di una conferenza il succo del discorso fatto alla squadra e allo staff tecnico: "Ripartire da zero facendo però delle riflessioni sul percorso fatto fino a oggi, andare a vedere quale ruota non è andata bene e metterla a punto. Più di qualcosa lo abbiamo lasciato in casa. Ma sono convinto che a questo punto sia i ragazzi che il tecnico sapranno trovare il modo di essere competitivi anche nelle gare interne, trovando quell'equilibrio che ci ha permesso di essere i primi per la gare in trasferta".

Il direttore dell'area tecnica. che in serie B ha vinto tre campionati su altrettante stagioni, sa perfettamente cosa voglia dire centrare il salto di categoria al primo tentativo: "Siamo partiti con l'idea di sviluppare un programma nel tempo; è stato per tutti un grande sforzo lavorare in queste condizioni, soprattutto senza i nostri tifosi. Ora ci giochiamo la promozione attraverso i play off e questo lo facciamo con una rosa mista: ci sono molti giovani, calciatori di nostra proprietà e una nuova guida tecnica. Come club il Lecce è cresciuto tantissimo, sempre più solido e organizzato, abbiamo posto buone fondamenta per costruire la nostra casa. Peccato non aver ancora compiuto il miracolo. Adesso i nostri ragazzi devono dare tutto quello che hanno, noi dobbiamo spingerli insieme ai nostri tifosi. Come squadra abbiamo tutti i mezzi per tagliare il traguardo: Coda si è meritato il titolo di capocannoniere, con Stepinski formano la coppia più prolifica insieme a quella dell'Empoli e come i toscani abbiamo totalizzato il numero più alto di reti, 68. Tutto il gruppo ha fatto qualcosa di importante, ora ci manca un ultimo sforzo. Il nostro territorio merita la seria A, lo meritano i nostri tifosi, vicini e lontani. Sono certo che la squadra e lo staff faranno di tutto per regalarci questo sogno. Noi continueremo a essere vicini ai nostri ragazzi fino all'ultimo istante". 

Corvino ha poi precisato che la Salernitana, che ha spuntato il secondo posto conquistando la promozione diretta, non può certo essere considerata un club dal volume d'affari inferiore alle altre favorite della vigilia, come Spal e Brescia: "Dietro di loro c'è la Lazio con giocatori di proprietà che vengono girati, i loro sforzi economici nel complesso sono superiori ai nostri. Hanno beneficiato della casa madre, in tutti i sensi". 

Nei play off è attivo il Var, lo strumento tecnologico tanto invocato durante la stagione a fronte di valutazioni arbitrali palesemente errate o discutibili: "In società abbiamo calcolato che con il Var operativo avremmo avuto 11 punti in più. Se dovessi essere pessimista direi che potremo finire per essere penalizzati, ma siccome mi piace essere fiducioso spero che ci venga ridato quello che ci è stato tolto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La serie A è una questione di messa a punto. Corvino: "Troviamo l'equilibrio"

LeccePrima è in caricamento