Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Mister Lerda, orgoglio e razionalità: “Inizia un nuovo torneo”. Miccoli ha recuperato

Il capitano, dopo due giorni di stop per un malessere di tipo influenzale, ha effettuato la rifinitura con i compagni. Difesa e centrocampo sono praticamente fatti, è dal reparto offensivo che potrebbero arrivare sorprese: Beretta e Zigoni scalpitano

Franco Lerda.

LECCE – Miccoli è convocato, ma mister Lerda deciderà solo domani se impiegare dal primo minuto il capitano giallorosso contro il Pontedera. O forse ha già deciso, ma comprensibilmente non vuol dare vantaggi agli avversari. Il goleador del Lecce è stato a riposo giovedì e anche ieri, secondo la nota che ha raccontato l’allenamento svolto, come di consueto, a porte chiuse.

L’allenatore del Lecce ha steso una lista con 21 nominativi: in extremis è stato inserito anche il portiere Petrachi, evidentemente perché qualche dubbio sulle condizioni di Perrucchini, fermo per diversi giorni, permangono. In pratica ci sono tutti tranne Sacilotto, che dovrebbe essere arruolabile nell’eventualità dell’accesso in semifinale, Papini, squalificato e D’Ambrosio che manca oramai dalla trasferta di Viareggio dove ha rimediato una frattura alla caviglia.

Per il tecnico piemontese, quindi, un certo imbarazzo della scelta e quest’anno non è praticamente mai accaduto. In difesa Lopez è del tutto recuperato e pronto a riprendere in mano la gestione della corsia sinistra. Rientra Abruzzese dopo lo stop imposto dal giudice sportivo per far coppia con Martinez, con Diniz schierato a destra.

In mediana con Amodio dovrebbe toccare a Salvi, che si è dimostrato sempre reattivo e fisicamente tonico quando è stato chiamato in causa. E c’è pure Ciccio De Rose, per ogni evenienza. Sulle corsie laterali ci saranno Doumbia da una parte e Bellazzini dall’altra: il pisano adesso ha nelle gambe la forza necessaria per reggere buona parte dei 90 minuti, e comunque ci sono anche Barraco e Ferreira Pinto.

Nel reparto offensivo scalpitano Beretta e Zigoni mentre Miccoli e Bogliacino non sono certo al top. Ma alla loro esperienza non è facile rinunciare soprattutto quando è cosa buona e giusta incanalare la partita nel verso giusto sin dalla prima parte. C’è, d’altra parte, da tenere in conto l’ipostesi che si vada ai supplementari, come prevede la formula play off in caso di pareggio al 90esimo. Il Lecce, per questa ragione, ha effettuato tre allenamenti specifici dedicati ai calci di rigore.

In conferenza stampa, Lerda ha parlato di una vigilia serena, dettata dalla consapevolezza di aver raggiunto quell’obiettivo che si era proposto sin da quando ha accettato di tornare alla guida del Lecce: entrare nei play-off per giocarsi la promozione in serie B. E non è un caso che Lerda abbia definito il match di domani come l’inizio di una nuova avventura.  Un fatto, del resto, è certo: della prodigiosa rimonta che ha portato il Lecce dall’ultimo al terzo posto non se ne ricorderà più nessuno, se non gli amanti delle statistiche (19 vittorie e 62 punti in 28 partite) qualora non si tagliasse il traguardo dei festeggiamenti.

Insomma, l’auspicio è che sia la prima di cinque partite: un mini-torneo nel quale i giallorossi hanno bisogno del calore del loro pubblico, come ha ricordato l'allenatore. Ma, se la partita contro il Frosinone sembrava aver resuscitato il ruggito del “Via del Mare”, svilito da due anni di sventure calcistiche e non, la prevendita per domani si sta chiudendo col passo sbagliato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mister Lerda, orgoglio e razionalità: “Inizia un nuovo torneo”. Miccoli ha recuperato

LeccePrima è in caricamento