Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Capitan Papini prepara l'assalto: "Fondamentale contare sui nostri tifosi"

Il centrocampista del Lecce non ha dubbi, nonostante i recenti malumori: giocare il quarto di finale davanti al proprio pubblico è un'occasione da sfruttare

Papini saluta i tifosi.

LECCE – Per Romeo Papini non ci sono dubbi: giocare il quarto di finale in casa contro il Bassano è senza dubbio un vantaggio. Ovunque sarebbe pacifico, ma non a Lecce dove il vortice dei malumori dovuti al calo nella parte finale del campionato ha abbassato pericolosamente la temperatura dell’entusiasmo che pure si era ricreato nel corso della stagione.

Il capitano dei giallorossi, che conosce le due facce dei play off – per averli vinti con il Carpi e proprio contro il Lecce -, si è presentato in conferenza stampa sereno e rinfrancato: “Dobbiamo credere nel nostro lavoro. Abbiamo bisogno sul sopporto dei nostri tifosi che sono stati eccezionali per tutto l’anno. Ci hanno sempre sostenuto, anche quando vincevamo stentatamente per 1 a 0 o quando giocavamo bene solo metà partita”.

Papini sa perfettamente che la prevendita per la gara di domenica contro la formazione allenata da Sottili è partita con il piede giusto: è ancora presto per fare pronostici ma la cornice di pubblico sarà senza dubbio più che degna. Intanto la squadra da domani sarà in ritiro, ma non distante dal capoluogo, per cercare di serrare i ranghi e ritrovare quella sintonia mentale che una stagione stressante, sempre vissuta rincorrendo, ha messo a dura prova. La gestione dell'adrenalina, ha spiegato, è determinante, perché si rischia di disperdere energie ben prima della partita effettivamente giocata.

A proposito di inseguimento alla vetta della classifica, l’appannamento nell’ultima parte di stagione fa temere una condizione atletica non più brillante: “Secondo me arriviamo bene ai play-off - ha risposto sul punto il capitano -: a parte il problema per Freddi, quasi tutti abbiamo lavorato con continuità, non ci sono stati particolari infortuni muscolari. Penso che ci siamo anche dal punto di vista mentale: è vero che si poteva anche vincere il campionato, ma di cose buone credo ne abbiamo fatte”.

Papini ha dimostrato molto rispetto per gli avversari - l'anno scorso, con Antonino Asta in panchina, furono sconfitti in finale - ma soprattutto grande fiducia nei compagni: "Era importante che facessero goal gli attaccanti - ha detto riferendosi alle marcature di Caturano, Moscardelli e Doumbia contro la Lupa Castelli Romani - perché abbiamo bisogno di loro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitan Papini prepara l'assalto: "Fondamentale contare sui nostri tifosi"

LeccePrima è in caricamento