menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il confronto è durato pochi minuti. Al termine cori di incitamento.

Il confronto è durato pochi minuti. Al termine cori di incitamento.

Lecce, in amichevole 8 goal al Gallo. Nell'intervallo confronto con i tifosi

Dal test al Via del Mare indicazioni su quelle che potrebbero essere le novità per il match contro la Paganese. I sostenitori chiedono a gran voce di non mollare la presa

LECCE - Più del risultato del test contro il Gallipoli, potrebbe essere stato da stimolo il confronto tra la squadra e i tifosi che, assiepati nel settore distinti, hanno atteso l'intervallo dell'amichevole per chiamare a rapporto mister Braglia, capitan Papini e tutto il resto della comitiva giallorossa. 

Non è finita l'epoca dei cori di incitamento, come nelle ultime settimane, ma uno striscione - fuori le palle - ha trasmesso, senza metafore,  l'intento dei sostenitori: far capire che dopo tre anni di delusioni, alla quarta stagione in Lega Pro il minimo che si può pretendere da una squadra che si chiama Lecce è quello di lottare fino all'ultimo secondo disponibile, mettendo da parte dissapori e malumori che, evidentemente, hanno pesato nel passaggio a vuoto di due pareggi e una sconfitta almeno quanto il calo di rendimento fisico e psicologico. I play-off, del resto, sono a portata di mano e allora bisogna rimboccarsi le maniche e rimettersi in carreggiata, senza troppi giri di parole. 

Braglia ha schierato nel primo tempo i suoi con il 3-4-2 composto da Bleve in porta Alcibiade, Cosenza e Abruzzese in difesa, Beduschi, De Feudis, Lo Sicco e Liviero sulla linea mediana, Surraco, Moscardelli e Doumbia in avanti. Nei 45 minuti iniziali sono andati a segno Doumbia e Moscardelli. Nella ripresa il Lecce è tornato in campo con Benassi tra i pali, Beduschi (Giglio), Camisa e Legittimo dietro, Lepore, De Feudis (Carrozza), Papini e Vecsei a centrocampo, Surraco (Lo Sicco) alle spalle di Caturano e Curiale. Il test si è concluso con il risultato di 8 a 0, grazie alle reti nel secondo tempo di Vecsei, Curiale (rigore) e Caturano che è andato a segno quattro volte, di cui una su penalty.

Il Gallipoli, condannato alla retrocessione nel girone H della serie D, è sceso in campo con Russo, Mauro, Portaccio D., Portaccio A., Rizzo, Rosato, Negro, Sansò, Luca, Franzese, Villani (allenatore Germano). Hanno lavorato a parte Perucchini, Freddi e Salvi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento