Sport

Il Lecce a caccia della prima vittoria davanti al suo pubblico

Dopo aver preso i tre punti a Pagani, la squadra giallorossa è in cerca di continuità di risultato. Bogliacino è pienamente recuperato. Lerda convoca 22 giocatori, mercoledì c'è la Coppa Italia a Barletta

LECCE – Ventidue i convocati da Franco Lerda per la sfida di domenica contro il Gubbio. Il Lecce freme per conquistare la prima vittoria al Via del Mare, la seconda dopo quella ottenuta a Pagani nell’ultima giornata di campionato. E il tecnico intende mantenere unito il gruppo perché negli allenamenti effettuati durante la settimana ha constatato la piena disponibilità e il massimo impegno da parte di tutti.

Assenti Miccoli, Bellazzini e Rullo, per il resto la comitiva giallorossa è al gran completo: Bogliacino (nella foto, sotto) ieri si è allenato forzando i ritmi – effettuando anche un test considerato impegnativo – e oggi ha completato la rifinitura senza problemi. E’ dunque arruolabile a pieno titolo, ma questo non significa automaticamente che il tecnico piemontese lo getterà nella mischia dal primo minuto. Il rientro del centrocampista uruguagio, che già nella scorsa stagione era stato uno dei migliori, può essere risolutivo per alcuni dei problemi del Lecce nella costruzione della trama offensiva e per questo il suo recupero deve essere gestito senza sbavature.

In fin dei conti Lerda potrebbe confermare l’undici che ha conquistato i tre punti in Campania, con Doumbia in campo dal primo minuto. La difesa, del resto, inizia a dare segnali di continuità nel rendimento: Perucchini nelle ultime due gare non ha corso pericoli, anche se saranno squadre più autorevoli di Barletta e Paganese a confermare o smentire i progressi registrati. Qualcosa potrebbe cambiare sulla fascia destra, con Bencivenga che si allena regolarmente da diversi giorni e che potrebbe contendere a D’Ambrosio una maglia da titolare.

bogliacino_salerno-2L’allenatore del Lecce inizia dunque a fare i conti con qualche problema di abbondanza. La possibilità di avere in pratica due calciatori per ogni ruolo lo mette comunque in condizione di assecondare il recupero di tutti gli elementi a sua disposizione: da Sacilotto a Papini che non hanno ancora i novanta minuti nella gambe, a Melara, Ferreira Pinto, Vinetot e Zigoni che ancora non hanno ingranato la  giusta marcia.

Al Via del Mare arriva un Gubbio non certo irresistibile, peraltro penalizzato da diverse assenza, ma comunque avversario da prendere con le pinze. Domenica scorsa, sotto di due reti contro il Benevento, la squadra di Bucchi ha saputo risalire la china fino al pareggio. Secondo Lerda non si tratta di una formazione rinunciataria a priori e che, comunque, può essere insidiosa con veloci ripartenze in qualsiasi momento del match.

Il Lecce riprenderà ad allenarsi già lunedì perché il 23, alle 16, sarà impegnato a Barletta nel secondo turno della fase finale della Coppa Italia di Lega Pro. Chi vince va avanti. Un’occasione per Lerda di dare sfogo a coloro che domenica saranno costretti a mordere il freno, in panca o in tribuna.

I convocati per Lecce – Gubbio

Portieri: Bleve, Perucchini. Difensori: Bencivenga, D’Ambrosio, Diniz, Ferrero, Lopez, Martinez, Nunzella, Sales, Vinetot. Centrocampisti: Amodio, Bogliacino, Melara, Papini, Parfait, Sacilotto, Salvi. Attaccanti: Beretta, Doumbia, Ferreira Pinto, Zigoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce a caccia della prima vittoria davanti al suo pubblico

LeccePrima è in caricamento