Coppa europa dei 10mila metri, argento per l'Italia. Il salentino Buttazzo tra i protagonisti

Maglia azzurra da protagonista per Giammarco Buttazzo. Il mezzofondista salentino dell'Atletica Casarone Noceto, infatti, è stato uno dei protagonisti della squadra italiana che sabato scorso ha conquistato la medaglia d'argento nella Coppa Europa dei 10mila metri a Skopje, in Macedonia

LECCE – Maglia azzurra da protagonista per Giammarco Buttazzo. Il mezzofondista salentino dell’Atletica Casarone Noceto, infatti, è stato uno dei protagonisti della squadra italiana che sabato scorso ha conquistato la medaglia d’argento nella Coppa Europa dei 10mila metri a Skopje (Macedonia). Nella seconda serie maschile, vinta dall'ucraino Ivan Strebkov (29:33.38), l’atleta originario di San Cesario, 36enne, si è piazzato al sesto posto con il tempo di 30:00.20; con al decimo posto Manuel Cominotto (della Firenze Marathon con 30:19.91) e al dodicesimo Paolo Zanatta (Fiamme Oro con 30:21.86).

Risultato di prestigio per Buttazzo che sta vivendo una seconda giovinezza sportiva, frutto di un grande talento e di un lavoro incessante. A ottobre scorso il mezzofondista azzurro si è laureato campione italiano 2013 di mezza maratona, contribuendo in maniera determinante al successo dell’Atletica Casone Noceto, che si è aggiudicata il titolo di campione italiano di corsa su strada 2013. Sulle strade di Cremona Buttazzo ha percorso la distanza dei 21,097 chilometri in 1h03:25 (nuovo personal best). Atleta dalla classe cristallina e dal grande palmares internazionale, Buttazzo ha iniziato la sua carriera come siepista, sotto la guida del tecnico leccese Giovanni De Rocco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gradino del podio dunque per l’Italia che, dopo il successo del 2013, nel caldo soffocante di Skopje deve inchinarsi alla Turchia che fa gara a parte trascinata dall'inarrestabile duo composto da Polat Kemboi Arıkan (28:17.14) e Ali Kaya (28:17.82), rispettivamente campione europeo senior e junior della specialità. Terzo il francese Yassine Mandour (28:22.30) davanti al migliore degli azzurri, il tricolore assoluto Jamel Chatbi (Atletica Riccardi Milano), quarto in 28:38.03. Ottavo, in 28:58.01, è il 24enne Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle) che nella precedente edizione della manifestazione ha conquistato bronzo individuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento