Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport Gallipoli

Coppa Italia Ju Jitsu, la Hiwashita è ancora campione

Vittoria a Montenero di Bisaccia. Per il secondo anno consecutivo, e per il 17essimo nella sua storia, gli atleti del sodalizio gallipolino dei maestri Roccadoro portano a casa il prestigioso trofeo

A_S_D_HIWASHITA

Si è svolta nei giorni scorsi a Montenero di Bisaccia, in provincia di Campobasso, la fase finale di "Coppa Italia" di Ju Jitsu per la specialità Duo System maschile, femminile e mista (che mira alla difesa personale, calci, pugni, coltello, bastone, strangolamenti, prese e avvolgimenti), e per la specialità Fighting System (calci, pugni e contatto diretto) maschile femminile dai 13 ai 35 anni. E nel contempo il Trofeo Giovanissimi di Judo per le categorie dai 6 anni ai 12 anni. Manifestazione che ha fatto registrare il solito entusiasmo e che ha decretato ancora una volta campioni gli atleti della palestra Hiwashita di Gallipoli che ha partecipato alla competizione con 20 atleti in totale, 12 bambini e 8 adulti, ed ha conquistato complessivamente nelle tre specialità 28 medaglie d'oro, 5 medaglie d'argento, e 1 di bronzo, e nella classifica finale di società si è dunque piazzata al primo posto e conquistato la Coppa Italia 2009 di difesa personale per il secondo anno consecutivo. In termini numerici si è trattata della 17°esima vittoria del prestigioso trofeo nazionale nella storia sportiva dell'Hiwashita dei maestri Roccadoro. Anche nel Trofeo Nazionale Giovanissimi la compagine gallipolina si è piazzata al primo posto nella sezione maschile, e al secondo posto quello per la sezione femminile, mentre nel Fighting System la società si è piazzata al quarto posto.

"Approfittiamo dell'occasione per ringraziare i genitori che ci hanno seguiti in trasferta e sostenuti con il loro tifo" commentano all'unisono i tecnici della squadra Hiwashita, "e da ringraziare anche, e sottolineare, la presenza dell'istruttore e pluri-campione nazionale che tutti noi conosciamo Christian Carletta che dopo lunghi anni di assenza e con una sola settimana di allenamenti si è piazzato al primo posto conquistando la medaglia d'oro. Il nostro plauso è rivolto anche ad un altro piccolo grande campione di soli 13 anni per aver conquistato 3 medaglie d'oro in tre specialità diverse, eguagliando il primato senza precedenti di un altro nostro atleta, Simone Lessone. Una nota và anche al più piccolo dei nostri atleti e anche della gara, Alessandro Lo Basso, che alla sua prima esperienza ha conquistato l'oro e divertito il pubblico presente in gara".

"Diciamo grazie a tutti i ragazzi" aggiungono i componenti del Consiglio direttivo del sodalizio sportivo, "grazie a questi nostri campioni che continuano a mietere successi in campo nazionale tenendo alto il buon nome dell' Hiwashita, dando lustro continuo da quasi 30 anni alla città di Gallipoli sportiva con un unico rammarico: peccato però che questi ragazzi che fanno continui sacrifici fisici oltre che finanziari, godono di scarsa considerazione da parte delle istituzioni territoriali competenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia Ju Jitsu, la Hiwashita è ancora campione

LeccePrima è in caricamento