menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza dopo il gol di Megelaitis.

L'esultanza dopo il gol di Megelaitis.

Il Lecce riparte col piede giusto: 3 a 0 al Matera e passaggio ai quarti

Con una buona prova i giallorossi superano la squadra di Auteri: a segno i due giovani lituani Dubickas e Megelaitis e il portoghese Costa Ferreira, poi uscito piuttosto malconcio

LECCE - Tutto abbastanza facile per il Lecce negli ottavi di finale di Coppa Italia di Lega Pro: 3 a 0 al Matera di Auteri con gol di Dubickas, Costa Ferreira e Megelaitis. I giallorossi ripartono dunque col piede giusto nel primo impegno ufficiale del 2018 dopo aver chiuso egregiamente l'anno appena trascorso con il pareggio di Trapani e il primo posto in classifica. Per quanto possa valere, un buon viatico in vista dell'impegno casalingo con il Catania, in programma domenica prossima alle 14.30. Un appuntamento molto importante, ben presente nella testa di tutti ma, se ce ne fosse stato bisogno, ci ha pensato la Curva Nord a fine partita a sottolineare la scadenza. In tribuna il difensore Matteo Legittimo, oramai prossimo al ritorno in giallorosso.

Primo tempo

Mister Liverani mescola le carte dando spazio a un manipoli di giovani – Chironi, Megelaitis, Dubickas oltre al collaudato Riccardi - e e a coloro che, per un motivo o per l’altro, hanno bisogno di ritrovare la “gamba” a due settimane dall’ultimo impegno ufficiale in campionato (1 a 1 a Trapani): Ciancio, Di Matteo, Mancosu, Costa Ferreira, Torromino e Marino che nella prima parte della stagione ha vissuto più di una fase di stop prolungato. Poi c’è Arrigoni, con la fascia di capitano a testimonianza di una personalità silenziosa ma concreta e preziosa negli equilibri della squadra, in campo e fuori.

Al 17’ Golubovic in uscita anticipa Mancosu, al termine di una ripartenza orchestrata con Torromino. Dubickas dal canto suo si muove abbastanza bene e consente ai compagni di avanzare in maniera ordinata. Al 26’ il diagonale in corsa di Torromino manca di potenza e l’estremo ospite blocca in due tempi.

Mancosu è  costretto al fallo di ammonizione, al 29', per fermare Sernicola.  Il centrocampista sardo impegna Golubovic in una complicata presa bassa su cross ravvicinato, ma al Lecce manca lo spunto per la finalizzazione mentre il Matera non si fa mai vedere dalle parti di Chironi, chiamato in causa solo una volta per una respinta su passaggio dal fondo. Costa Ferreira, lanciato in area di rigore da Torromino, reclama un fallo da rigore ma il signor D’Ascanio, poco distante, lascia proseguire.

Sul finale della prima frazione i giallorossi trovano il vantaggio: Dubickas al 39’ scatta sul filo del fuorigioco, resiste al ritorno di un difensore e infila Golubovic in uscita. Secondo gol in Coppa Italia per l’attaccante lituano. Al 45’ punizione dal limite per il Lecce dopo un atterramento di Torromino da parte di Scognamillo che, perso l’equilibrio, afferra l’avversario per la maglia e poi viene anche ammonito. Buona l’esecuzione di Arrigoni, altrettanto le deviazione del portiere del Matera.

Secondo tempo

Inizio di ripresa con i salentini in palla: Costa Ferreira prima tenta un pallonetto ricevendo gli applausi di mister Liverani, poi chiude a rete una triangolazione con Mancosu per il 2 a 0. Matera vicino alla marcatura al 53’ su colpo di testa di Scognamillo con Chironi che sbaglia i tempi dell’uscita. Al 75’ Liverani viene espulso, probabilmente con un eccesso di zelo del direttore di gara. Il Matera prova a riaprire la gara: Chironi al 78’ devia in corner un destro di Dammacco.

Auteri inserisce Di Sabatino per Corado e Sartore per Sernicola. Al 59’ Dubickas brucia sul tempo Buschiazzo ma conclude debolmente. Al 61’ Persano prende il posto di Torromino: il neo entrato va subito al tiro e guadagna un corner. Da un ottimo spunto di Di Matteo nasce l’occasione per chiudere il match ma Dubickas e Persano si pestano un poco i piedi e nessuno dei due trova il guizzo.

Lepore al posto di Ciancio al 67'. Due minuti dopo un ammaccato Costa Ferreira lascia il campo, sostituito da Gambardella che va a fare il laterale destro con Lepore che avanza in posizione di interno destro e Magalitis che veste i panni del trequartista. Al 75’ Liverani viene espulso, probabilmente con un eccesso di zelo del direttore di gara. Il Matera prova a riaprire la gara: Chironi al 78’ devia in corner un destro di Dammacco.

Il Lecce controlla con personalità la gara e Persano va pure a segno su assist di Di Matteo ma l'assistente di linea segnala una posizione di off side. La terza marcatura arriva però con Megelaitis che, servito da Mancosu, ha il tempo di controllare e battere a rete con la difesa del Matera completamente in bambola. 

Il tabellino di Lecce-Matera 3 a 0

LECCE (4-3-1-2): Chironi; Ciancio (67’ Lepore), Marino, Riccardi, Di Matteo; Megelaitis, Arrigoni (cap.), Mancosu; Costa Ferreira (69’ Gambardella); Dubickas, Torromino (61’ Persano). A disposizione: Vicino, Perucchini, Cosenza, Di Piazza, Valeri, Drudi, Lezzi, Caturano, Gambardella. Allenatore Liverani

MATERA (3-4-3): Golubovic; Buschiazzo, Scognamillo, De Franco (cap.); Angelo, De Falco, Salandria (27’ Dammacco), Sernicola (55’ Sartore); Battista, Corrado (55’ Di Sabatino), Giovinco. A disposizione: Mittica, Dugnadzic, Dammacco, Tonti, Taccogna. Allenatore: Auteri

Marcatori: 39’ Dubickas, 50’ Costa Ferreira, 88' Megelaitis

Ammoniti: 30’ Mancosu, 44’ Scognamillo, 51’ Ciancio, 63’ Arrigoni

Arbitro: D’Ascanio di Ancona; Ruggieri di Pescara, Marinenza di L’Aquila

Spettatori 2634

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento