Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Lecce fuori dalla Coppa Italia. Il Perugia si impone per 2 a 0

Gli umbri contenderanno al Grosseto, nell'ultima giornata della fase a gironi, l'accesso alle semifinali. Nel primo tempo Insigne ha sbloccato il risultato, nella ripresa Ayres ha raddoppiato in contropiede. Per Miccoli e Zigoni un tempo a testa

Il goal di Insigne (Foto Chilla).

LECCE – Il Lecce esce dalla Coppa Italia al cospetto di un Perugia più autorevole e con maggiore qualità. Lerda è stato costretto a rinunciare a Diniz, vittima di un attacco influenzale: al suo posto Vinetot, che ha indossato anche la fascia di capitano. Il tecnico del Lecce, al di là di questo cambio dell’ultima ora, ha schierato una squadra comunque molto sperimentale con Cicerello esterno offensivo a sinistra e Bencivenga sulla destra, con Zigoni punta centrale. Amodio, Monaco e Salvi a comporre la linea a tre di centrocampo.

Il Perugia è parso sin dall’inizio più propositivo e soprattutto preciso nella trama dei passaggi, mentre i padroni di casa, pur disciplinati dal punto di vista tattico, hanno commesso qualche errore di troppo. E così,  a parte un paio di buoni spunti di Bencivenga, sono stati gli ospiti a condurre il ritmo della gara trovando il vantaggio al 25’ con Insigne, messo in condizione di battere Petrachi da una splendida intuizione di Mungo.  E’ stato lo stesso autore del goal a sprecare il raddoppio, dopo quattro minuti, con un tiro alto da buona posizione.

IMG_5923-2-4Nella ripresa è sceso in campo Miccoli, al posto di Zigoni, mentre per gli umbri Conti ha rilevato Barison.  Al minuto 49 Sprocati si è fatto neutralizzare da Petrachi un tiro scagliato da ottima posizione mentre 53’ il bomber salentino ha avuto l’occasione per il pareggio, su assist di Amodio, ma la sua conclusione al volo e finita di poco alta. Al 55’ Lerda ha inserito anche Ferreira Pinto (per Monaco): Bencivenga è retrocesso sulla linea difensiva, Sales si è spostato a sinistra e Rullo è salito sulla linea di metà campo

Il Perugia si è disposto a difesa del risultato, ma ha continuato a creare pericoli con veloci ripartenze e per due volte i difensori del Lecce hanno rischiato il clamoroso autogoal: prima con Vinetot, che ha colpito la traversa della sua porta nel tentativo di anticipare un avversario, poi con Sales nel respingere in corner un traversone basso.

Al 72’ l’ultimo cambio per il Lecce: dentro Parfait per Amodio; dieci minuti prima Camplone ha mandato sul terreno di gioco Ayres (per Sprocati) che, dopo un primo tentativo andato a vuoto per eccessivo leziosismo, al 78’ - subito dopo l'ingresso di Moscati per Bijimine - ha trovato il raddoppio al termine della più classica delle azioni di contropiede. Per i padroni di casa, al 90', l'occasione per accorciare le distanze: Ferreira Pinto, per due volte, si fa respingere il pallone indirizzato in porta.

Il tabellino di Lecce-Perugia 0 a 2.

PERUGIA (4-3-3): Stillo; Daffara, Barison (46’ Conti), Scognamiglio, Sini; Mungo, Bijimine (77’ Moscati), Vitofrancesco (cap.), Sprocati (62’ Ayres), Mazzeo, Insigne. A disposizione: Abibi, Marconi, Nicco, Eusepi. Allenatore: Camplone

LECCE (4-3-3): Petrachi; Sales, Vinetot (cap.), Ferrero, Rullo; Amodio, Salvi, Monaco; Bencivenga, Zigoni (46’ Miccoli), Cicerello. A disposizione: Bleve, D’Ambrosio, Nunzella, Parfait, Ferreira Pinto, Guadalupi. Allenatore: Lerda

Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore

Marcatori: 25’ Insigne, 78’ Ayres

Ammoniti: 23’ Sales, 64’ Scognamiglio, 66’ Cicerello, 90+1 Ferrero

Spettatori: 620

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce fuori dalla Coppa Italia. Il Perugia si impone per 2 a 0

LeccePrima è in caricamento