menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Yalcin e Corvino © U.S. Lecce

Yalcin e Corvino © U.S. Lecce

Il pressing di Corvino, i consigli di Ljajic: così Yalcin ha scelto Lecce

Il 22enne attaccante, preso in prestito con diritto di riscatto dal Besiktas, è stato presentato dal direttore dell'area tecnica del club giallorosso

LECCE – L’attaccante turco Güven Yalcin, prelevato con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Besiktas, è stato presentato questa mattina in (video) conferenza stampa. Accanto a lui il direttore dell’area tecnica, Pantaleo Corvino: “Pur trattandosi di un giovane, abbiamo davanti un calciatore che ha militato nelle varie rappresentative nazionali turche. Gli auguro di prendersi tante soddisfazioni e di darcene altrettante”.

Persuaso dalle argomentazioni del direttore e spronato dai consigli di Adem Ljaijc, suo compagno di squadra che proprio Corvino prelevò dal Partizan Belgrado per portarlo alla Fiorentina, il 22enne, ha accolto il guanto della sfida di vestire la maglia giallorossa nel campionato di serie B. “Una bella città, il posto giusto dove crescere” gli avrebbe detto il trequartista serbo che ha giocato anche con la Roma, l’Inter e il Torino prima di approdare al Besiktas, in Turchia.

Nella Super Lig Yalcin, nato e cresciuto in Germania, ha esordito nel 2018 imponendosi subito come una delle migliori promesse. Non a caso ha collezionato, già nel 2019, anche tre presenze con la maglia della Nazionale maggiore. Poi la sua parabola ascendente ha subito un rallentamento che Yalcin, oggi, ha così motivato: “Nel club ci sono stati molti cambiamenti, dal presidente all’allenatore e non sentivo più la stessa fiducia di prima. Sono stati presi attaccanti esperti e la mia opinione è che si cercasse il risultato immediato”.

Fermato per due settimane dalla positività al Covid, Yalcin, che  si considera una prima punta ma può agire anche come seconda, ha ripreso ad allenarsi già prima di sbarcare in Italia: “Sto bene, mi sento pronto, ma sarà l’allenatore a decidere come impiegarmi”. Con Corini il 22enne ha già avuto un primo confronto, quasi di benvenuto. Yalcin vestirà la maglia numero 10 (ci sarà scritto Güven), quella lasciata libera da Falco: “So che è un numero importante nel calcio italiano, lotterò molto per questo”. Interrogato su chi sia il suo modello, l’attaccante ha detto di non averne uno in particolare: “Amo il calcio e se mi dovessi mettere a fare dei nomi ne potrei fare almeno venti o trenta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento