Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Quarti di finale, Cosenza con una marcia in più. Per Liverani prima sconfitta

Coppa Italia: i calabresi passano al Via del Mare con due gol nella ripresa. Per i giallorossi primo ko in un match ufficiale da quando in panchina siede il tecnico romano

Il gol di Okereke.

LECCE - Il Cosenza passa al Via del Mare qualificandosi per la semifinale di Coppa Italia di Lega Pro e per Fabio Liverani arriva la prima sconfitta in un match ufficiale da quando siede sulla panchina del Lecce.

I calabresi hanno messo il sigillo sulla partita nel corso del secondo tempo con un gol di testa di Okereke al minuto 61 e con una punizione calciata da Loviso e deviata dalla barriera al 68'. La squadra dell'ex Braglia è parsa più tonica e "affamata" rispetto ai padroni di casa

Entrambi gli allenatori hanno rimescolato molto le carte rispetto all'undici sceso in campo nell'ultima gara di campionato: tra i salentini confermati Riccardi, Arrigoni e Ciancio, nei calabresi Dermaku, Bruccini, Trovato e Mungo. Le due formazioni però sono comunque di livello, considerando la consistenza degli organici. Il Lecce, privo di Armellino squalificato e di Lepore e Tabanelli indisponibili, schiera in attacco Caturano e Di Piazza con Costa Ferreira nei panni di trequartista, nel Cosenza la linea offensiva è formata da Trovato e Perez, arrivato alle fine del mercato di gennaio. 

I rossoblu già al 3' sfiorano il vantaggio con un diagonale di Ramos che termina fuori, mentre per vedere la prima buona azione del Lecce bisogna attendere il 32' quando Costa Ferreira va via molto bene sulla corsia sinistra prima di servire un passaggio basso a centro area dove Caturano di prima intenzione gira a rete trovando una deviazione in corner. Il 3-5-2 di Braglia crea densità sulla linea mediana dove Arrigoni è assistito da Megelaitis e Selasi che non sono Armellino (oggi squalificato) e Mancosu. I padroni di casa provano ad aggirare gli ostacoli con un fraseggio che però si declina più per vie orizzontali che per accelerazioni, mentre i due attaccanti arrancano alla ricerca di spazi utili.

Nella ripresa Di Piazza ha uno spunto dei suoi: al 52' punta l'avversario, entra in area e calcia di sinistro sul secondo palo senza che Caturano, pur in scivolata, possa correggerlo a rete. Il Lecce continua su un ritmo sempre più compassato, Legittimo e Ciancio sono più propensi a controllare che a spingere sulle corsie esterne, mentre il Cosenza guadagna in dinamismo con l'ingresso di Okereke per Boniotti (contestuale, al 55' la sostituzione con Idda al posto di Pasqualoni). Ed è proprio il neo entrato a portare in vantaggio i suoi con un perentorio stacco di testa su cross di Perez: Legittimo si fa sovrastare, Chironi si lancia in uno spettacolare tuffo ma non riesce a evitare la marcatura.

Mancosu rileva Selasi, ma cambia poco a livello di efficacia della manovra. Il Cosenza, che è costruito per colpire in ripartenza, si rende pericoloso con un cross basso di Mungo che attraversa lo specchio della porta a pochi metri dalla linea e poi trova il raddoppio su punizione da posizione centrale, poco fuori l'area di rigore. Loviso calcia, la barriera si scompone e un tocco rende il pallone imprendibile per Chironi. Avanti di due gol Braglia inserisce Corsi per Mungo mentre Liverani manda in campo Pacilli per Megelaitis.

L'estremo dei calabresi, Zommers, assiste però al finale di gara senza patemi d'animo: quando Caturano, alla fine del terzo minuto di recupero, va in gol, la bandierina dell'assistente dell'arbitro Perotti è già alzata e sarebbe comunque troppo tardi. Estromesso dalla competizione, al Lecce non resta che concentrarsi esclusivamente sul campionato: domenica i giallorossi faranno visita alla Sicula Leonzio, squadra in questo momento tra le più in forma insieme proprio al Cosenza.

Il tabellino di Lecce-Cosenza 0 a 2

LECCE (4-3-1-2): Chironi; Caturano, Cosenza, Riccardi, Legittimo; Selasi (62' Mancosu), Arrigoni, Megelaitis (73' Pacilli); Costa Ferreira; Di Piazza, Caturano. A disposizione: Vicino, Perucchini, Di Matteo, Torromino, Valeri, Marino, Dubickas, Gambardella, Persano, Saraniti. Allenatore: Liverani

COSENZA (3-5-2): Zommers; Dermaku, Camigliano, Pasqualoni (55' Idda); Boniotti (55' Okereke), Loviso, Mungo (69' Corsi), Bruccini, Ramos;  Trovato, Perez . A disposizione: A disp: Saracco, Idda, Palmiero, Baclet, Tutino, Pascali, D'Orazio, Braglia T.. Allenatore: Braglia

Marcatori: 61' Okereke, 68' Loviso

Arbitro: Perotti di Legnano; assistenti: Lombardi di Sesto San Giovanni e Mohktar di Lecco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarti di finale, Cosenza con una marcia in più. Per Liverani prima sconfitta

LeccePrima è in caricamento