Domenica, 20 Giugno 2021
Sport

Con Di Chiara ed Herrera sulle fasce, la spinta del Lecce cambia registro

Il laterale mancino, che ha 23 anni, arriva dal Catanzaro, come il portiere Scuffia, con la formula del prestito con diritto di riscatto. Può essere impiegato sia sulla linea difensiva che su quella di centrocampo. In tal caso il panamense è destinato alla corsia di destra

Lecce-Catanzaro nel girone d'andata: in porta c'è Scuffia.

LECCE - Dopo Herrera, altri due rinforzi per mister Dino Pagliari. Nella mattinata di oggi, il Lecce ha ufficializzato infatti l'arrivo del portiere Tommaso Scuffia e del laterale difensivo Gianluca Di Chiara, entrambi dal Catanzaro. I due calciatori sono stati prelevati con la formula del prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino e già dal pomeriggio di oggi saranno a disposizione dell'allenatore che da tre turni ha preso il posto di Franco Lerda, esonerato dopo la sconfitta ad Ischia. 

Scuffia, che ha 24 anni, nel corso di questa stagione, ha giocato da titolare in campionato in sette occasioni, una volta in Coppa Italia mentre Gianluca Di Chiara, 22enne,  è stato schierato dal primo minuto in sedici partite mentre in una è subentrato. Ammonito tre volte, espulso una, ha fornito due assist ai compagni e ha disputato due gare in coppa. Il primo parte come secondo di Nicolas Caglioni, dopo la rescissione di Davide Petrachi, mentre per il secondo, che è un mancino naturale dal rendimento quasi sempre buono, si apre un interessante spiraglio data la squalifica di Walter Lopez che peraltro nella prima metà del campionato ha offerto prestazioni non all'altezza di quelle del suo primo anno nel Salento e che quindi potrebbe essere ceduto di qui alla fine del mercato di riparazione, come del resto avverrà per Nicolò Donida e per Alessandro Carrozza.

Ma Di Chiara può anche giocare sulla linea di centrocampo e questa è una ipotesi altrettanto credibile considerando l'infortunio di Doumbia: il francese si è infortunato a Barletta e dovrà restare fuori per un mese (anche lui è passibile di qualche operazione di mercato). Con l'ex Catanzaro sulla linea mediana, a sinistra, il panamense Herrera, che è un destro naturale, finirebbe sulla corsia opposta. Le intenzioni tattiche di Pagliari saranno più chiare a partire dalla seduta prevista nel pomeriggio a Squinzano. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Di Chiara ed Herrera sulle fasce, la spinta del Lecce cambia registro

LeccePrima è in caricamento