Di Matteo archivia il ko di Pordenone: "Non ne facciamo un problema"

Il cursore mancino invita a considerare anche gli aspetti positivi emersi: "Creiamo molte occasioni, possiamo mettere in difficoltà chiunque"

Luca Di Matteo.

LECCE - Mentre la campagna abbonamenti viaggia verso le cinquemila tessere, il Lecce ha ripreso ad allenarsi dopo due giorni di assoluto riposo. La comitiva giallorossa si è ritrovata al Via del Mare per iniziare l'ultimo scorcio di preparazione in vista dell'esordio in campionato, sabato 26 agosto alle 18.30 contro la Virtus Francavilla (la partita si giocherà a Brindisi).

Prima della seduta si è presentato in sala stampa Luca Di Matteo, il cursore mancino ritornato nel Salento dopo la mezza stagione disputata quando in pachina c'era Serse Cosmi. Per il calciatore pescarese la sconfitta di Pordenone nel terzo turno di Tim Cup - 3 a 2 con rimonta dai padroni di casa negli ultimi 12 minuti - può essere archiviata senza troppe conseguenze: "Resta l'amaro in bocca, ma ripartiamo e concentriamoci sul campionato. Probabilmente eravamo un po' deconcentrati e stanchi, ma analizzeremo la partita con lo staff per non ripetere gli errori commessi. Tuttavia direi di non farne un problema e di pensare anche alle cose positive emerse".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Matteo ha spiegato poi quali sono gli spunti interessanti che lo inducono alla fiducia: "Siamo una squadra che crea tanto, che cerca sempre di giocare e che può mettere in difficoltà chiunque. Ci attende una partenza difficile (dopo la Virtus, ci sarà il Trapani in casa e quindi il Catania in trasferta, ndr), ma proveremo sempre a fare noi la partita". Infine un passaggio sull'ipotesi di uno slittamento dell'inizio del campionato per la querelle sorta tra Lega e l'associazione calciatori che reclama il mantenimento della regola sugli over vigente lo scorso anno (non quattoridici come richiesto adesso, ma sedici): "Sono parzialmente d'accordo con la regola per i giovani, ma certo ci sono a spasso fior di giocatori con carriere importanti. Vediamo cosa decideranno i nostri rappresentanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento