Padalino difende Gomis a spada tratta: "E' di categoria superiore"

In sala stampa il tecnico foggiano blinda l'estremo senegalese. Sul fallo di Cosenza che è valso il rigore: "Ha fatto una scelta poco appropriata"

Pasquale Padalino in sala stampa ad Agrigento.

AGRIGENTO - Nella consueta conferenza stampa di fine gara mister Pasquale Padalino ha analizzato il match vinto per 2 a 0 dalla sua squadra e commentato gli episodi salienti. 

Il tecnico foggiano, a ragione, si è lamentato delle condizioni del terreno di gioco: “Non era facile oggi, il campo era in condizioni inaccettabili per la LegaPro. Non è che sia il peggiore, ma siamo tra quelli, in questo campo è difficilissimo giocare. Non vogliamo un prato inglese, ma un campo dove si possa vedere uno spettacolo”.

Padalino ha quindi offerto questa sintesi della gara: “In partita non c’è stato mai stato un problema, tranne qualche ripartenza dove ci siamo fatti trovare impreparati, provando a farci del male. Nella sostanza non c’è mai stata grossa difficoltà. Nel primo tempo l’Akragas è stata brava a livello fisico, la stanchezza nel secondo tempo si è fatta sentire e abbiamo approfittato di questa cosa".

Sul calcio di rigore fallito dai siciliani e sull’espulsione di Cosenza, ha così commentato: “Se avessero segnato? Il rigore è terminato alto, il calcio è fatto di episodi. Cosenza ha fatto una scelta poco appropriata, era già ammonito. Abbiamo sentito il nervosismo che c’è stato in settimana attorno a noi, che forse ha prevalso sulla lucidità”.

Un passaggio anche sulle scelte iniziali di formazione, partendo dall'esclusione di Vitofrancesco e Pacilli: "Volevo gente che teneva botta, penso che Ciancio e Lepore abbiamo più capacità in tal senso. Vitofrancesco e Pacilli hanno bisogno di più spazio, è stata una valutazione tattica e non una bocciatura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine dall’allenatore del Lecce una dichiarazione di pieno sostegno per Gomis: “Non mi serve questa partita per salutare una condizione ottimale. Lui è oggetto di critica perché ha un certo atteggiamento in campo, è un giocatore di livello superiore a noi ha dato sempre affidabilità. Ha acquisito questa sicurezza, si porta dietro dei preconcetti e non ne capisco il motivo, gli errori ci stanno. Stiamo parlando di un calciatore in cui il Torino ha investito tanto, non è l’ultimo arrivato. A volte ci sono dei giudizi affrettati, la gente continua a chiacchierare a vanvera”. E quando gli viene chiesto chi vincerà il campionato, chiosa: "Non è il caso di esporsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento