Sport

In attacco i guai non finiscono mai, ma il Lecce a Martina punta al bottino pieno

Doumbia non ha superato il problema al flessore della coscia, Diop non è ancora nelle migliore condizione. Mister Asta, già senza Moscardelli e Curiale, deve fare i conti con una situazione critica. Ma il campionato non aspetta e servono punti

Antonino Asta.

LECCE – Sono 21 i convocati da mister Antonino Asta alla vigilia di Martina Franca – Lecce (sabato alle ore 15.00). Si rivede Cosenza che in settimana si è allenato regolarmente ma che non è certo ancora pronto per rientro dopo la ricomposizione della frattura della clavicola. Ci sono tre portieri ed è presente anche Doumbia che però non ha affatto risolto il problema ad un flessore della coscia che lo affligge.

La condizione fisica del francese rimette dunque in discussione la scelta sul modulo da adottare che il tecnico in settimana pareva aver individuato nel 4-3-3. Come se non bastasse bisogna anche considerare che Diop non è certo in perfetta forma fisica. Ma non ci sono altre alternative perché gli infortuni di Curiale e Moscardelli hanno svuotato il reparto offensivo, nella speranza che entrambi tornino almeno parzialmente a disposizione per la gara contro il Catania di sabato prossimo. Una partita, tra l’altro, che si preannuncia già molto importante, considerando non solo il prestigio di entrambi i club ma soprattutto il fatto che gli etnei hanno vinto i due turni fin qui disputati e hanno quindi quasi azzerato i nove punti di penalizzazione inflitti dalla giustizia sportiva.

Intanto però Papini e compagni devono affrontare una formazione, il Martina, in difficoltà di classifica (un solo punto) e quindi con una gran voglia di riscattarsi davanti ad una cornice di pubblico che sarà solo biancoazzurra, stante il divieto di trasferta per i tifosi leccesi disposto dalle autorità.

Dentro Beduschi, Liviero e De Feudis, fuori Lo Bue (infortunato anche lui, non è stato nemmeno convocato), Legittimo e Suciu: così Asta intende da una parte conferire maggiore dinamismo sulle corsie esterne, dall’altra dare maggiore copertura alla linea mediana con un elemento di esperienza in grado di tenere i reparti alla giusta distanza.

Se il tecnico decidesse per il 4-3-3, Diop potrebbe essere sostenuto da Surraco a destra e Carrozza a sinistra, con Lepore allineato a De Feudis e Papini. Se invece optasse per una linea di centrocampo a quattro, il calciatore leccese sarebbe chiamato ad arretrare mentre il gallipolino finirebbe per agire più o meno come una seconda punta.

Il centrocampista Matteo Pessina è stato convocato dall’allenatore Paolo Vanoli per il raduno della nazionale under 19 in programma a Coverciano dal 27 al 1 ottobre in vista del seconda fase di qualificazione al campionato europeo. La Lega Pro ha invece fatto sapere che la partita Foggia-Lecce, valida per il sesto turno, si giocherà domenica 11 ottobre alle ore 15.

I convocati.

portieri: Benassi, Bleve, Perucchini

difensori: Beduschi, Camisa, Cosenza, Freddi, Gigli, Legittimo, Liviero

centrocampisti: Carrozza, De Feudis, Lepore, Papini, Pessina, Suciu, Vecsei

attaccanti: Cicerello, Diop, Doumbia e Surraco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In attacco i guai non finiscono mai, ma il Lecce a Martina punta al bottino pieno

LeccePrima è in caricamento