Sport

Lecce, il bel gioco non basta. Con la Virtus Entella un solo punto

A Chiavari finisce 2 a 2: subito autorete di Tomi, poi pareggia De Rose. Nel secondo tempo nuovo vantaggio dei padroni di casa con Rosso, ma Chiricò trova un gran gol dalla distanza. Giallorossi sempre superiori, ma poco cinici

CHIAVARI (Genova) – Alla fine è arrivato un solo punto. A Chiavari il Lecce ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Sugli scudi il portiere dei padroni di casa, Paroni, ma i giallorossi devono prendersela anche un poco con se stessi: il cinismo non è una dote che si disprezza.

Inizio tutto in salita per i ragazzi di Toma che schiera Martinez laterale destro e Diniz come centrale. La Virtus Entella passa al minuto 8 grazie ad un’autorete di Tomi che, all’altezza del primo palo, devia con la coscia nella propria porta un corner calciato da Vannucchi. Un regalo insperato per i padroni di casa che, per il resto del primo tempo, non procurano altri grattacapi a Benassi.

Il problema è che il Lecce non gioca nemmeno male e, tatticamente, la superiorità dei giallorossi si profila netta, così com'è quasi sempre fluida la manovra, ma le conclusioni verso Paroni non rispecchiano la mole di gioco prodotta, anche perché i salentini appaiono fin troppo leziosi quando invece dovrebbero “vedere” solo la porta.

L’estremo ligure è comunque attento al 24’ quando neutralizza un sinistro a giro di Chiricò e addirittura miracoloso al 31’ con la deviazione in calcio d’angolo di un colpo di testa di Bogliacino. Il numero 10 del Lecce ci riprova dopo dieci minuti con un calcio di punizione, ma Paroni si distende alla sua destra e salva in corner. Passano 60 secondi e il Lecce ottiene il pareggio con De Rose che, con un preciso tiro di destro, indovina l’angolo da una ventina di metri.

La ripresa ha la stessa impronta della prima parte, con il Lecce sistematicamente proiettato nella metà campo avversaria: al 54’, come già accaduto ad inizio partita, Jeda non chiude un triangolo stretto ritardando la conclusione da ottima posizione e, al 57’, la Virtus Entella inaspettatamente raddoppia: Giacomazzi non riesce a intercettare un pallone a centrocampo e Vannucchi, in un attimo, mette Rosso in condizione di infilare Benassi per il nuovo vantaggio dei liguri. Per il Lecce, che si fa trovare sbilanciato, tutto da rifare.

Per fortuna ci pensa Chiricò a ristabilire la parità con un’invenzione delle sue: spostato sulla parte destra della trequarti avversaria, riceve palla e arma un sinistro che lascia di sasso Paroni. Davvero un gran bel gol per l’esterno brindisino che su punizione, al 76', costringe il numero uno della Virtus al corner. Toma concede riposo anticipato a Falco, autore di una buona prova, inserendo Bustamante. A dieci minuti dl termine del match si rivede Malcore, mandato in campo al posto di Jeda, piuttosto evanescente. Il Lecce accusa un leggero calo fisico e l’Entella riesce a rompere l’assedio con un’azione di alleggerimento conclusa con un tiro insidioso di Di Tacchio sul quale Benassi si fa trovare pronto.

Chiricò prova a trascinare i giallorossi verso una meritata vittoria, ma ancora una volta Paroni si dimostra il migliore in campo mandando sulla traversa l’ennesima punizione calciata da Chiricò. Gli ospiti, negli ultimi minuti, tentano l’estremo forcing: a seguito di calcio d’angolo Giacomazzi gira al volo verso la porta ma Paroni respinge. Sulla ribattuta c’è Bogliacino ma il suo tiro, potente, sbatte conto la spalla di un avversario.

Per il Lecce, al Comunale di Chiavari, sicuramente due punti persi, ma la qualità della prova è d’altra parte rassicurante per la parte finale del campionato. Lunedì prossimo, in posticipo, c’è il Trapani che, vincendo contro il Lumezzane e con una partita in meno, si porta a meno due dalla capolista.

Il tabellino.

Virtus Entella (4-3-1-2): Paroni; De Col, Bianchi, Cesar, Falcier; Staiti (Hamlili), Raggiogaribaldi (46’ Di Tacchio), Volpe (cap.);  Vannucchi (91’ Russo); Rosso , Cori. A disposizione: Otranto, Cecchini, Ballardini, Argeri. Allenatore: Prina

Lecce (4-2-4): Benassi; Martinez, Diniz, Esposito, Tomi; Giacomazzi (cap.), De Rose; Chiricò, Bogliacino, Jeda (80’ Malcore), Falco (68’ Bustamante). A disposizione: Bleve, Vinicius, Todisco, Zappacosta, Kalombo. Allenatore: Toma

Arbitro: Saia di Palermo.

Marcatori: 8’ Tomi (L) (aut.); De Rose (L) al 42’, Rosso (V) al 57’, Chiricò (L) al 68’.

Ammoniti: 15’ Raggiogaribaldi (V), 37’ De Rose (L), 55’ Falcier (V), 58’ Volpe (V), 81’ Bustamante (L), 87’ Bianchi (V), 89’Rosso (V), 93’De Col (V).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, il bel gioco non basta. Con la Virtus Entella un solo punto

LeccePrima è in caricamento