Il fair play di Donati: "Capisco Patric. Bonazzoli invece non si è scusato"

Il laterale del Lecce, autore di una ottima prestazione, ha spezzato una lancia a favore del laziale che lo ha morso al braccio nei minuti di recupero, rimediando l'espulsione su segnalazione del Var

Giulio Donati.

LECCE - Nella partita del riscatto giallorosso, arrivato dopo sei sconfitte di fila, non è facilissimo trovare il migliore in campo: tutti e 15 gli uomini cui ha fatto ricorso Liverani hanno dato il massimo per centrare un risultato - il 21 alla Lazio - che riporta la squadra sul binario giusto. La strada resta assolutamente in salita, ma il segnale che è partito ieri dal Via del Mare non è un fuoco di paglia. 

Giulio Donati è stato sicuramente tra i migliori in assoluto, assieme a Petriccione, a Paz, a Lucioni. Il laterale destro, oltre a garantire una buona copertura, si è anche incaricato di fare diverse scorribande, palla al piede, facendo valere la propria condizione fisica. Dopo la gara ha risposto alle domande dell'ufficio stampa del Lecce: "Dobbiamo metterci sempre qualcosa in più: siamo felici di essere in corsa per questo grande obiettivo. Abbiamo investito molto anche nelle scorse partite, purtroppo i risultati non sono arrivati. Durante la settimana, credetemi, ci mettiamo il cuore, lavoriamo duro e non molleremo fino alla fine".

Alla fine del match tutta la squadra, insieme allo staff tecnico e medico si è radunata in cerchio. Una immagine che ha colpito molto i presenti: "Ne abbiamo viste di tutti i colori: eravamo partiti bene, poi il gol annullato e quello subito per una ingenuità ci hanno fatto male, ma Gabriel si è più che riscattato perché ha letteralmente salvato la partita". Il portiere brasiliano è stato incoraggiato e festeggiato dai compagni: al triplice fischio finale è scoppiato in una sorta di pianto liberatorio. Dopo aver propiziato il gol di Caicedo e dato a Immobile l'opportunità di pareggiare a pochi minuti dal termine, Gabriel aveva un carico psicologico troppo gravoso per poterlo gestire normalmente e questo nonostante almeno tre interventi provvidenziali, tra cui l'ultimo su colpo di testa di Milinkovic-Savic allo scadere del recupero.

Donati ha poi dimostrato un lodevole fair play perdonando Patric per il morso che gli è stato rifilato e che è costato al difensore laziale l'espulsioneal terzo minuto di recupero, nel secondo tempo: "Vivo anche io di emozioni- ha spiegato il difensore del Lecce -: lo capisco in pieno, ci sono anche questi episodi nel calcio. Si è scusato immediatamente: è giusto che sia stato espulso, ma sono qui proprio per chiedere di interpretare il gesto che non poteva farmi alcun serio danno, a differenza di quello di una settimana addietro con Bonazzoli che non si è nemmeno scusato: questo fa molta tristezza, bisogna dire le cose come stanno. Avrebbe potuto farmi molto male"*.

Il laterale giallorosso, infine, ha ribadito tutta la determinazione, sua e dei compagni, necessaria per il prosieguo della stagione: "Non eravamo deboli prima, non siamo forti adesso, ma siamo una neopromossa. I nostri avversari spesso sono più forti ma la nostra forze è il gruppo, in ogni partita deve prevalere la compattezza: è questo l’unico modo per raggiungere il nostro obiettivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

*Poche ore dopo la pubblicazione dell'articolo sono state rese note le sanzioni decise dal giudice sportivo: per Patric quattro giornate e 10mila euro di multa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Costringe il figliastro sordomuto a praticargli sesso orale: arrestato

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Emergenza coronavirus, registrati altri tre casi di positività in provincia di Lecce

  • Covid, dieci casi registrati in Puglia. Sette nella sola provincia di Lecce

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento