Festival dello sport per tutti

Torna il 18 agosto nella suggestiva cornice di Marina di Andrano il Festival dello Sport per Tutti, che quest’anno sposa il progetto Innovability,

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

FESTIVAL DELLO SPORT PER TUTTI

Sport e accessibilità nel cuore del parco Costiero Otranto-Leuca.

Dopo il successo della prima edizione, torna il 18 agosto nella suggestiva cornice di Marina di Andrano il Festival dello Sport per Tutti, che quest'anno sposa il progetto Innovability, finanziato nell'ambito del Programma INTERREG 2007-13 senza ulteriori costi a carico del bilancio comunale, finalizzato all'accessibilità di un tratto di scogliera ai diversamente abili. Un abbinamento che restituisce il mare a chi ne è stato finora escluso, mediante l'utilizzo di infrastrutture adeguate e innovative, insieme all'opportunità di viverlo anche attraverso lo sport.

Con gli interventi previsti si realizzerà, infatti, un nuovo modello di territorio basato sulla cultura dell'accessibilità di un tratto di scogliera ai diversamente abili, valorizzando l'ambiente secondo un approccio sostenibile.

Molte le attività che caratterizzeranno la giornata: dalla passeggiata a cavallo con i ragazzi della Cooperativa Sociale "L'Adelfia" lungo i sentieri del Parco Otranto-S. Maria di Leuca alle immersioni subacquee tra i fondali della Grotta Verde organizzate dall'Associazione Albatros - Progetto "Paolo Pinto". E poi ancora nuoto, street basket, scherma, tennis tavolo, tiro con l'arco, danza sportiva, calcio, pallavolo, pancrazio, che animeranno il lungomare fino a notte fonda grazie al contributo di atleti anche paralimpici.

Momento topico della giornata sarà il convegno "Innovability - Tecnologie innovative per diverse abilità", durante il quale interverranno tra gli altri Salvatore Cimmino, nuotatore paralimpico reduce dall'impresa "A nuoto nei mari del mondo" e attivista della battaglia per la ricerca scientifica a favore dei diversamente abili, e Martina Caironi, medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Londra 2012 e recordwoman mondiale sui 100 metri piani.

"Un'occasione di riflessione, attraverso la testimonianza e l'esempio di chi ce l'ha fatta", sottolinea l'Amministrazione Comunale " su come lo sport possa essere strumento di integrazione sociale e progresso civile, quando si garantiscono a tutti le condizioni per praticarlo".

Segui l'hashtag #AndranoAccessibile.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento