Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Giustizia sportiva, la Figc accelera per la responsabilità diretta

Intenzione della federazione è quella di dare una corsia preferenziale ai procedimenti che riguardano società direttamente coinvolte, come Lecce e Siena. Pierandrea Semeraro e Carlo Quarta sarebbero stati convocati dal pm Angelillis

L'autogol di Masiello in Bari-Lecce del 2011.

ROMA - La Federazione italiana gioco calcio vuole imprimere un'accelerazione al decorso della giustizia sportiva, soprattutto per quanto concerne le società che potrebbero subire una condanna per responsabilità diretta e dunque essere retrocesse e non solo penalizzate, come Siena e Lecce. Lo ha detto chiaramante il direttore generale della Figc, Antonello Valentini, facendo riferimento al lavoro "davvero impari" della procura federale guidata da Stefano Palazzi. L'obiettivo è quello di evitare il più possibile di complicare la compilazione dei calendari. Per quanto concerne la responsabilità oggettiva, invece, l'intenzione è quella di aspettare la chiusura dei fascioli aperti dai magistrati ordinari di Cremona e Bari.

Proprio dal pm del capoluogo barese, Ciro Angelillis, potrebbero essere ascoltati nelle prossime ore Pierandrea Semeraro e Carlo Quarta. Entrambi sono iscritti nel registro degli indagati per la presunta combine relativa al derby Bari-Lecce del 2011, in merito alla quale Palazzi ascolterà questo pomeriggio l'ex difensore del Bari, Andrea Masiello. Il primo, all'epoca dei fatti, era il presidente del sodalizio giallorosso mentre il secondo avrebbe consegnato materialmente e in più circostanze il denaro per "aggiustare" il risultato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia sportiva, la Figc accelera per la responsabilità diretta

LeccePrima è in caricamento