Falco pronto a riprendersi la serie A: "A Milano con personalità"

Maturato come uomo e più consapevole dei propri mezzi tecnici, il numero 10 si prepara all'esordio del Lecce in campionato contro l'Internazionale di Antonio Conte. Quattro anni addietro la parentesi col Bologna

Falco in conferenza all'Acaya Golf Club.

ACAYA (Vernole) - A quattro anni dal suo debutto in serie A con la maglia del Bologna, Filippo Falco si prepara a calcare nuovamente il palcoscenico della massima categoria, partendo dal sipario per eccellenza, lo stadio Meazza dove il Lecce affronterà l'Internazionale di Antonio Conte (lunedì 26 alle 20.45).

Allora era la seconda giornata e il Sassuolo vinse per 1 a 0: Falco disputò tutta la partita, ma fu quella  l'unica gara giocata per intero perché nel prosieguo del torno il calciatore originario di Pulsano collezionò otto brevi apparizioni. Troppo poco, per un 23enne che puntava a crescere e non a stare a guardare. Alla fine della finestra invernale del mercato decise di scendere di categoria e col Cesena fu un'altra storia. Dodici presenze, quattro gol, una partita nei play-off. La serie A l'ha poi conquistata sul campo, ma non goduta, con il Benevento: 35 match in B tra stagione regolare e play-off, cinque realizzazioni. I presupposti per rimanere con le Streghe vennero meno e Falco tornò al Bologna per poi essere girato prima al Perugia e poi al Pescara. 

Con il Lecce, a 27 anni compiuti, ha l'opportunità di riprovarci. Questa volta ci sono alcune certezze sulle quali puntellare il tentativo: la maturità dell'uomo, che ha superato la fase di inquietudine che spesso condiziona la crescita di alcuni talenti, e la consapevolezza del calciatore che nella scorsa stagione è stato uno dei trascinatori nella cavalcata dei giallorossi: 31 presenze, sette marcature e tante giocate da lasciare di sasso gli avversari e a bocca aperta i tifosi. Tanta roba, per fare una sintesi efficace, ma Falco sa che con Liverani non si può dare nulla per scontato. Lui - lo dice ai cronisti durante la conferenza stampa all'Acaya Golf Club - si allena sempre al massimo per farsi trovare pronto: "Non ho mai avuto degli obiettivi in testa se non quello di fare bene, partita dopo partita, e credo che sia più importante quello che fa la squadra di quello che fa il singolo". 

Già legato al Lecce per le prossime due stagioni, nei giorni scorsi il numero 10 ha prolungato la sua intesa fino al giugno del 2022: "In realtà abbiamo trovato l'accordo già a maggio perché questa per me è una famiglia più che una società". L'esordio in campionato è dunque alle porte, il tempo delle parole sta finendo: "Ci concederanno poco, dovremmo essere bravi a sfruttare gli spazi. Ci sarà un colpo d'occhio incredibile, ma noi dobbiamo andarci con personalità". Certo è che con una sola gara ufficiale alle spalle, quella dominata contro la Salernitana, le incognite sono molte: "Abbiamo giocato bene - riconosce Falco - e vinto nettamente, ma lunedì sarà totalmente differente".

Interpellato sul livello di affiatamento con i nuovi arrivati, il fantasista ha dichiarato di avere le stesse sensazioni provate nella scorsa stagione: "Sono tutti ottimi ragazzi e sono entrati in un gruppo che ha fatto della compattezza un punto di forza. E poi l'affiatamento è più facile quando sai giocare a calcio". Su Lapadula ha aggiunto: "Si sa muovere in profondità, è uno molto generoso".

Felici al Palermo, convocazione per i lituani

L'Us Lecce ha comunicato la cessione in prestito di Mattia Felici al Palermo, mentre per Edgaras Dubickas e Linas Megelaitis è giunta la convocazione per gli impegni dell'Under 21 della Lituania del 5 e del 10 settembre, contro Repubblica Ceca e Grecia, valevoli per i campionati europei del 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento