Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Lecce piegato nel secondo tempo supplementare. E la serie B sfugge ancora una volta

Finisce nel secondo supplemenatare la rincorsa del Lecce alla promozione. Dopo il vantaggio di Beretta, pareggia Paganini. Beretta espulso nel primo supplementare poi arriva il goal di Frara. Rosso anche a Diniz e terza marcatura di Viola

Una fase della gara.

FROSINONE - La rincorsa del Lecce si interrompe al minuto 116 di una finale intensa, giocata anche bene dai giallorossi, almeno in alcuni tratti. Dopo il vantaggio di Beretta, su cross di Lopez, è il palo a negare il 2 a 0 ai salentini, sempre su tiro dell'attaccante. Paganini, di testa, sigla il pareggio nel recupero della prima frazione, dopo l'infortunio che costringe Miccoli a lasciare il posto a Bogliacino. Si va negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1.

Nella seconda parte le squadre si attendono a vicenda, al 66' entra Sacilotto per De Rose e il Lecce si dimostra superiore sul piano del palleggio, ma non riesce a incidere in attacco: una sterilità alla fine pagata a caro prezzo. La gara si decide nei supplementari con l'espulsione di Beretta che costringe i leccesi alle barricate: i padroni di casa ritrovano il coraggio e riprendono l'azione di spinta a lungo messa nel cassetto, a parte qualche sortita comunque pericolosa soprattutto nel finale del tempo regolamentare: clamorosa l'occasione sciupata da Carlini con un colpo di testa. 

Nel secondo extra-time, con i padroni di casa all'arrembaggio e dopo un miracolo di Caglioni, Frara di testa mette a segno, al minuto 116, il goal decisivo al quale segue l'espulsione di Diniz (testata volontaria) e infine il terzo goal di Viola in contropiede. Alcuni tifosi del Frosinone invando il campo prima del triplice fischio e la partita viene sospesa. Quando Ros decreta la fine della partita si scatena un parapiglia che vede protagonista Lerda e il massaggiatore dei gialloblu.

IMG_7927 (1)-2Il fotografo dell'Us Lecce, Marco Lezzi, nel parapiglia generale è stato colpito con un calcio alla nuca. Medicato dal personale del 118 è stato poi sottoposto ad accertamenti. Un episodio molto grave che, tutto sommato, fa il paio con un atteggiamento provocatorio del Frosinone, a partire dal tecnico, Roberto Stellone, che si è fatto detestare su tutti i campi del torneo, ma che sicuramente, anche questa volta, sarà sfuggito ai commentatori di Rai Sport, sempre molto antipatici con il Lecce. 

Si chiude così nel peggiore dei modi un campionato nato male, poi ripreso per i capelli fino a sfiorare la promozione diretta, svanita però nell'ultima partita dei play-off. E' un momento molto duro questo, ed è difficile anche trovare le parole che possano dare un senso all' immensa delusione maturata al "Matusa". Ma domani è un altro giorno e noi restiamo giallorossi, sempre e comunque. Cioè abituati a soffrire, ma anche a rialzarci quando tutto appare perduto.

Il tabellino di Frosinone-Lecce 3 a 1

Frosinone: Zappino, Ciofani M., Crivello, Gori ( 75’ Soddimo), Bertoncini (113’ Viola), Blanchard, Frara, Gucher, Ciofani D., Paganini, Curiale (92’ Carlini). A disposizione: Mangiapelo, Russo, Gessa, Carrus. Allenatore: Stellone

Lecce: Caglioni, Martinez (114’ Amodio), Lopez, Papini, Diniz, Abruzzese, Ferreira Pinto, De Rose ( 66’ Sacilotto), Beretta, Miccoli (37’ Bogliacino), Doumbia. A disposizione: Perucchini, Sales, Bellazzini, Zigoni. Allenatore: Lerda

Marcatori: 19’ Beretta, 46’ Paganini, 116’ Frara, 124’ Viola

Espulso: 97’ Beretta, 119’ Diniz

Ammoniti: 16’ De Rose, 68’ Martinez, 73’ Lopez, 83’ Abruzzese, 87’ Curiale, 89’ Ciofani D., 91’ Paganini, 94’ Bertoncini, 97’ Blanchard e Beretta, 102’ Carlini, 116’ Frara

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce piegato nel secondo tempo supplementare. E la serie B sfugge ancora una volta

LeccePrima è in caricamento