Gabriel e Petriccione, dopo l'Inter una certezza: patrimonio importante del Lecce

Autori di una prestazione autorevole contro i nerazzurri, il portiere e il centrocampista centrale sono oggi una parte importante del capitale tecnico del club

Jacopo Petriccione nella gara contro l'Inter.

LECCE – La prestazione del Lecce contro l’Inter è stata incoraggiante per diversi motivi: il livello delle prove offerte da Gabriel e Petriccione è certamente tra questi.

Il portiere e il centrocampista centrale, infatti, sono saliti sugli scudi e non hanno sbagliato praticamente nulla. L’estremo brasiliano, 28 anni a settembre, non era certo nuovo a partite disputate ben al di sopra della sufficienza, ma contro i nerazzurri ha sfoderato una sicurezza nelle scelte e una padronanza dell’area di rigore che fanno giustizia di alcun errori che ne avevano macchiato il cammino, comunque buono, fatto finora: se la partita di Brescia ha costituito la più infelice dalla stagione, quella contro l’Inter può essere decisiva ai fini di un definitivo salto di qualità, soprattutto nella convinzione nei propri mezzi.

Il centrocampista centrale ha ricevuto l’applauso anche di mister Liverani, che senza mezzi termini ha parlato della migliore prestazione del 25enne in serie A. Protetto da Deiola a destra – bene anche lui, alla seconda uscita in maglia giallorossa, nonostante si sia perso Bastoni nell’occasione del vantaggio degli ospiti – e da Mancosu a sinistra (e poi da Majer), Petriccione si è mosso con intelligenza e disinvoltura, orchestrando la manovra senza rinunciare a iniziative personali in uscita che gli sono spesso riuscite. Dopo un inizio di torneo non felicissimo, ha collezionato undici presenze da titolare, spezzate solo da un turno di stop per squalifica.

La gara di domenica scorsa ha peraltro chiarito quello che mister Liverani aveva più volte ribadito: per caratteristiche fisiche e tecniche, Petriccione è un regista basso e non un interno di centrocampo, ruolo nel quale è stato sempre adattato da quando c’è Tachtsidis in giallorosso. Con il greco si apre ora una competizione vera per la maglia da titolare e il calciatore italiano sembra essere una spanna avanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gabriel e Petriccione sono due atleti nel pieno della maturità calcistica e rappresentano un capitale per il club: se, come ci si augura, dovessero continuare a far così bene, entrambi potrebbero attirare l’interesse di società importanti. Gabriel ha firmato con il Lecce un contratto per due stagioni con opzione per il terzo anno, mentre Petriccione, arrivato nell'estate del 2018 dal Bari in smobilitazione, è vincolato fino al 2023.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • La ministra dell'Istruzione boccia Emiliano: "La Puglia riapra le scuole"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento