Lecce a rapporto dopo la batosta: mister Asta striglia la squadra per un'ora

La ripresa degli allenamenti è stata preceduta da un lungo faccia a faccia tra il tecnico e i calciatori: brucia non tanto l'eliminazione contro il Cesena, una squadra comunque di categoria superiore, ma il modo in cui è maturata. E' arrivato anche Surraco

LECCE - Mister Antonino Asta ha fatto la voce grossa e per un'ora ha tenuto a rapporto la squadra al chiuso dello spogliatoio del "Via del Mare". Il 4 a 0 rimediato a Cesena nel secondo turno di Coppa Italia, ma ancor più l'atteggiamento che il tecnico ha notato in alcuni calciatori, lo hanno spinto a mettere subito le cose in chiaro. 

L'allenatore di origine siciliane, dopo le buone esperienze a Monza e Bassano del Grappa, sa di giocarsi a Lecce una chance importante per il prosieguo della sua carriera e di certo vorrebbe partire col piede giusto. Non pochel le difficoltà che sta incontrando: l'allestimento dell'organico è ancora lontano dal concludersi e diversi elementi sono sul piede di partenza perché non rientrano nei piani del club.

In questo cantiere aperto l'infortunio occorso a Cosenza - il difensore centrale oggi è stato operato presso l'ospedale di Scorrano per la riduzione della frattura della clavicola - ha complicato ulteriormente i piani per quanto concerna il reparto arretrato dove solo i giovani Beduschi e Gigli sembrano essere parte integrante del progetto di rilancio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il giovane Matteo Pessina, prelevato dal Milan con la formula del prestito, ha sostenuto il suo primo allenamento con i nuovi compagni e domani mattina sarà presentato ufficialmente.  Ma al "Via del Mare" si è fatti anche vedere Juan Ignacio Surraco, 28enne esterno offensivo che ha vestito le maglie di Messina, Ancona, Livorno, Torino, Modena e Cittadella dopo essere arrivato in Italia grazie all'Udinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento