Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Il caldo non frena i pesisti salentini. A Perugia, calato un poker d’oro

Grande prestazione a Città di Castello da parte degli atleti leccesi alla finale nazionale di distensione su panca e al Criterium di biathlon atletico: ben quattro le medaglie d'oro, a cui si aggiungono ottimi piazzamenti

LECCE - Il gran caldo degli ultimi giorni non ha fermato i pesisti salentini che hanno preso parte alla finale nazionale di distensione su panca e al Criterium nazionale di biathlon atletico e pesistica paralimpica ospitati a Città di Castello (Pg), portando a casa risultati di prestigio.

In particolare, ben quattro medaglie d’oro sono state conquistate nella gara di panca dagli atleti della “Igm” di Nardò Gaetano Balice nella categoria under 17 maschile con 130 kg sollevati; Francesca Perrone nella categoria seniores +69 con 74 kg di distensione; Luigi Orlando nella categoria seniores 69 con 150 kg ed il padre Cosimo Orlando nella categoria master 65 con ben 186 kg sollevati sulla panca.

Protagonista eccellente della gara di panca anche Giuseppe Bianco della “Body Line Center” di Leverano, terzo classificato nella categoria seniores 85 con 163 kg sollevati. Pur non salendo sul podio, sono stati protagonisti di ottime prestazioni anche Alessandra De Ramundo, Ilaria Piccinno e Rossella Tundo (“pesistica salentina” di Aradeo), rispettivamente quarta nella categoria seniores 69, quinta nella categoria under 17 e quinta nella categoria seniores 69; Gabriele Chiriatti (“Body’s training” di Copertino) quinto nella categoria seniores 85 e Roberta De Paola (Igm di Nardò) ottava nella categoria seniores 58.

Per quanto riguarda il biathlon atletico, disciplina che unisce la distensione su panca alla corsa di 2mila metri, da segnalare la medaglia di bronzo conquistata dalla Tundo, capace di sollevare 63 kg e compiere la frazione di corsa in 15’24”. Solo ventesimo, nonostante una buona prestazione, Simone Sarcinella (“Isla del Sol” di Casarano).

L’unico rammarico per il presidente regionale della Federazione italiana pesististica, Gaetano Martiriggiano, è stata l’assenza di atleti salentini alla gara di pesistica paraolimpica: «Il comitato regionale si sta impegnando per stimolare al massimo lo sviluppo e la diffusione di questa disciplina che è anche specialità paraolimpica anche attraverso una più fitta collaborazione con il Comitato provinciale paralimpico di Lecce, con la speranza che il prossimo anno giungano soddisfazioni anche da questo settore».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caldo non frena i pesisti salentini. A Perugia, calato un poker d’oro

LeccePrima è in caricamento