Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Il duplice obiettivo di Fabiano: salvezza e rinnovo

Il difensore brasiliano, in scadenza di contratto, aspetta un segnale dalla società per discutere del contratto ma intanto è concentrato sul campionato: "La nostra forza è non abbassare mai la testa"

Fabiano nella conferenza stampa di oggi

Non gli fa difetto il buon umore e nemmeno la sincerità. Fabiano Medina da Silva, 29 anni, è alla quarta stagione con il Lecce. Insieme a Munari è una delle anime dello spogliatoio, oltre che una pedina importante dello scacchiere giallorosso.

Quattordici presenze in questa prima parte di campionato, di cui dodici per tutti i novanta minuti, e un rendimento personale in crescita insieme a quello di tutto il reparto difensivo. Reduce da una buona prestazione a Firenze, il difensore brasiliano è convinto che il punto ottenuto al Franchi sia comunque guadagnato, soprattutto in virtù della prova di tutta la squadra che nelle ultime giornate ha rivelato un assetto tutt'altro che deficitario.

L'arrivo di Tomovic, infatti, sembra aver fatto un salto di qualità notevole alla squadra più battuta del torneo: "Si è adattato subito al nostro gioco, è stato un acquisto importantissimo", ha detto Fabiano che però sottolinea i progressi dal punto di vista generale: "C'è spirito di sacrificio da parte di tutti. Grazie al lavoro con il mister stiamo raccogliendo i primi frutti".

Insieme al connazionale Gustavo costituisce - complice la lunga assenza di Ferrario - la coppia dei centrali del Lecce. Ha aiutato molto il suo connazionale nell'inserimento umano e tattico e le ultime prestazioni dimostrano un deciso miglioramento: "Viene da un altro tipo di calcio, con un'altra mentalità. Chiunque, come lui, avrebbe faticato esordendo nel campionato italiano".

Fabiano è in scadenza di contratto e più volte ha espresso il desiderio di rimanere nel Salento: "Qui mi trovo bene e mi piacerebbe restare. Sarebbe una bugia dire che non penso al mio futuro ma cerco di rimanere concentrato sul mio lavoro ed aspetto una chiamata dalla società".

Oggi il Lecce ha ricominciato ad allenarsi al Via del Mare. Domenica c'è il Cesena e lo scontro diretto può valere non certo la salvezza, ma almeno una piccola fetta di serenità dopo un periodo di forti tensioni e pressioni: "La nostra forza è stata quella di non abbassare mai la testa", ha chiosato Fabiano. L'importante, e De Canio lo ha già detto subito dopo la gara con la Fiorentina, è dosare il carico psicologico per non creare un cortocircuito come accaduto contro il Bari.

Novità sul fronte sanitario: a Bologna Giuliatto è stato sottoposto ad un intervento di artroscopia alla caviglia sinistra dal professor Giannini, Ofere sarà operato giovedì a Perugia in seguito alla rottura del crociato anteriore del ginocchio destro. Il resto del gruppo si è invece allenato regolarmente. Jeda e Giacomazzi sono stati diffidati (per il brasiliano anche una multa di duemila euro per la simulazione in occasione del contatto con Boruc) mentre Djamel Mesbah è stato convocato per la gara che l'Algeria giocherà contro la Tunisia il nove febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il duplice obiettivo di Fabiano: salvezza e rinnovo

LeccePrima è in caricamento