Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport Gallipoli

Il Gallo stende il Marcianise: 3-2, ed è la promozione

E' il 17 maggio 2009: una data che resterà impressa per sempre nella storia del calcio salentino e pugliese. Il Gallipoli di Vincenzo Barba batte il Real Marcianise e corona una stagione straordinaria

P5170196

E' il 17 maggio 2009: una data che resterà impressa per sempre nella storia del calcio salentino e pugliese. Il Gallipoli di Vincenzo Barba batte il Real Marcianise e corona una stagione straordinaria con la promozione in serie B. Il "Bianco" fa registrare un nuovo record di presenze: lo stadio è vestito interamente di giallorosso e la curva Sud esibisce uno striscione di ringraziamento per tutta la rosa (qui il resoconto della festa: https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=14498). Giannini schiera l'undici tipo con Mounard in campo nonostante la fascite plantare e Cimarelli insieme a Russo ed Esposito a centrocampo.

Il francese dimostra subito di essere in palla e non passa un minuto che trova la parabola giusta per il gol dell'immediato vantaggio. Tutto lascia pensare al meglio, i giallorossi amministrano il possesso palla e ci provano prima con il colpo di testa di Russo parato da Mezzacapo e poi con il tiro mancino del centrocampista siciliano fuori bersaglio. Al minuto 19 Molinari cerca la via dell'eurogol: parabola deliziosa da centrocampo e pallone che non termina di molto fuori bersaglio. Il raddoppio è nell'aria e si materializza cinque minuti dopo quando Ginistra piazza in rete il sinistro per il suo 16° sigillo stagionale.

Antonioli e compagni sono i padroni assoluti del campo e solo l'imprecisione sotto rete di Vastola impedisce il tris. Pochi minuti dopo sbaglia mira anche Ginestra, concludendo sull'esterno della rete da ottima posizione. Il Marcianise allora prova a rendersi pericoloso e Rossi salva la sua porta prima sul sinistro di Galizia e poi su Innocenti (straordinario riflesso di piede su conclusione da distanza ravvicinata). La squadra campana però va in crescendo e trova il punto del 2-1 proprio con il Re Leone che mette in goal e si rivolge quasi in tono di scuse ai suoi ex tifosi.

Il Gallipoli allora riprende ad attaccare ma prima Di Gennaro si vede murare il destro in area di rigore e poi tocca a Ginestra andare a sbattere sulla difesa campana. Nella ripresa Giannini inserisce Buzzegoli richiamando Cimarelli ed i primi minuti sembrano una lista infinita di occasioni sprecate: comincia Russo concludendo a lato, prosegue Buzzegoli fallendo il tap in vincente a porta sguarnita e tocca infine a Ginestra mancare il 3-1 in due occasioni (sulla seconda bravissimo Mezzacapo a deviare in corner). Gli ospiti subiscono la spinta dei galletti ma mettono i brividi al Bianco con il colpo di testa di Galizia che mette fuori causa Rossi ma fortunatamente si stampa sulla traversa. Il caldo comincia a farsi sentire e quando Giannini fa alzare dalla panchina Cangi arriva il terzo gol: lo firma Molinari, abile a risolvere in mischia sul corner. Mounard prova a firmare il poker con uno dei suoi slalom cui non segue però una conclusione all'altezza. Il portiere del Marcianise arricchisce la sua lista di grandi parate con un grande riflesso sull'ennesimo tentativo di Ginestra. Quando la partita sembra non avere più nulla da dire ancora Innocenti mette paura ai gallipolini trovando la doppietta che vale il 3-2.

C'è ancora tempo per una magnifica punizione di Ginestra con l'illusione del quarto gol. Il signor Lupo decreta la fine della gara e sancisce l'accesso dei galletti in serie B. Un obiettivo inseguito con tutte le forze dal presidente Barba, dai tempi del celebre slogan "B come Barba". La vittoria di tutti, da Giannini a Dimitri passando per tutti i giocatori fino al grande pubblico degli ultimi tempi. Scommesse stravinte come quelle di Gegè Rossi, Ginestra, la conferma della difesa e dei vari Russo e Di Gennaro. E' una bella favola che ha trovato finalmente il suo epilogo: l'anno prossimo sarà tempo di nuove sfide, proprio quelle che esaltano il primo tifoso giallorosso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gallo stende il Marcianise: 3-2, ed è la promozione

LeccePrima è in caricamento