Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Il Lecce di Tesoro a Franco Lerda. L’ex granata pronto per la panchina

Manca solo l'ufficialità, ma sembrerebbe già raggiunta un'intesa per un biennale con l'ex allenatore del Torino: dovrà raccogliere l'eredità di Cosmi, in procinto di accasarsi a Siena. Dubbi su Osti e sulla squadra da allestire

Franco Lerda (@TM News/Infophoto)

LECCE - Manca l’ufficialità, ma sembra molto più che una possibilità: sarà Franco Lerda, a meno di clamorose sorprese, il prossimo allenatore del Lecce e il primo dell’era Tesoro. Secondo quanto rivelato da Gianluca Di Marzio, esperto di mercato, sul proprio sito, l’ex tecnico del Torino, dovrebbe raccogliere l'eredità di Serse Cosmi sulla panchina dei salentini, mentre l’allenatore umbro, a sua volta, si prepara a ricevere l’investitura per il Siena, bruciando al fotofinish Luigi Del Neri.

Dalle indiscrezioni, il tecnico avrebbe raggiunto un accordo biennale con la società pugliese. È il primo tassello della nuova gestione dei Tesoro, chiamati ad affrontare nell’immediato, insieme ai proprietari uscenti, la questione calcio scommesse, con le decisioni inerenti alla presunta combine del derby con il Bari.

Lerda è una vecchia conoscenza della nuova proprietà salentina, in quanto fu l’allenatore, sotto la stessa gestione, della Pro Patria. Dopo una discreta carriera di calciatore, ha iniziato la carriera di allenatore subentrando a Vittorio Zaino sulla panchina del Saluzzo e conquistando la salvezza ai play-out con una incredibile rimonta. Ripete i risultati a Casale, vincendo i play-off di Serie D, confermandosi a Pescara in C e con la Pro Patria, con cui sfiora l’approdo in Serie B, nonostante il fallimento della società.

Col Crotone si rende protagonista di uno straordinario campionato di B, sfiorando i play-off e meritando la panchina prestigiosa del Torino: l’esperienza alla corte di Cairo, però, non porta bene e si conclude, dopo un esonero e un ritorno, con il mancato raggiungimento dei play-off. Il Salento potrebbe rappresentare la sua occasione, per riprendere il filo interrotto in granata.

Sul versante giocatori, Esposito dovrebbe essere confermato, mentre per le altre comproprietà si andrà alle buste. Nubi anche sul futuro di Carlo Osti, che con ogni probabilità, il 30 giugno saluterà il Salento, salvo il rinnovo del rapporto da parte del nuovo gruppo proprietario, con cui s’incontrerà a breve.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce di Tesoro a Franco Lerda. L’ex granata pronto per la panchina

LeccePrima è in caricamento