Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Il Lecce frena con il Trapani, solo un punto per la formazione giallorossa

Ai salentini non basta una prodezza del solito Mancosu per superare i siciliani, sfiorando la vittoria in pieno recupero. Si riprenderà il 21 gennaio nella super sfida con il Catania

Mancosu al tiro (immagine di repertorio).

LECCE – Nel clima “incandescente” del “Provinciale” di Trapani la compagine giallorossa conquista un punto che ha il sapore del rimpianto e dell’occasione sprecata. La formazione di Liverani, che conferma l’undici che ha travolto la Virtus Francavilla, trova il goal dopo soli sei minuti con una prodezza del solito Mancosu, uno abituato a realizzare reti mai banali. I salentini, però, anziché sfruttare il vantaggio, consentono ai padroni di casa (piuttosto nervosi) di reagire e organizzarsi: al 34esimo la difesa leccese sembra anticipare le vacanze e, complice anche un’uscita a vuoto di Perucchini, consente a Murano di siglare la rete del pareggio a porta vuota. Una vera doccia fredda per la capolista, al cospetto di un avversario tutt’altro che insuperabile. La reazione del Lecce è comunque immediata, con Torromino che prova a regalare un nuovo dispiacere ai tifosi granata.

Nella ripresa la partita si accende, con occasioni da una parte e dall’altra. Un evanescente Costa Ferreira lascia il campo per Tsonev. In avvio è il Trapani a sfiorare il vantaggio in ben tre occasioni, prima con Evacuo e poi due volte con Marras (il migliore tra i suoi), che non approfitta di una nuova amnesia della retroguardia giallorossa. Liverani prova scuotere i suoi inserendo Persano per Caturano. Al 70esimo Furlan compie la prima grande parata dell’incontro, superandosi sei minuti dopo su un gran colpo di testa di Mancosu. Nel mezzo è ancora Marras a sprecare una ghiotta occasione. Nel finale, complice anche la stanchezza, le squadre si allungano, concedendo spazi e occasioni. In pieno recupero è Torromino ad avere sui piedi la palla della vittoria, ma si fa respingere la conclusione dall’estremo difensore siciliano, bravo ad alzare in angolo.

Finisce così in parità con il Lecce che torna dalla trasferta siciliana con qualche rimpianto e alcuni dubbi. La squadra è sembrata meno brillante delle ultime uscite, palesando preoccupanti amnesie difensive. Di buono ci sono la reazione e la tenuta di una squadra che in altri tempi avrebbe probabilmente incassato una sconfitta. La lunga sosta servirà a recuperare energie fisiche e mentali, in vista della lunga cavalcata finale. Nel mezzo un mercato di riparazione che consentirà di puntellare una rosa comunque di alto livello, forse solo un po’ corta.

Il Catania (che ospiterà sabato la Casertana) vincendo potrebbe accorciare in classifica sui giallorossi portandosi a una sola lunghezza, in vista dello scontro diretto in programma il 21 gennaio al “Via del Mare”, dopo la pausa.

 

   

  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce frena con il Trapani, solo un punto per la formazione giallorossa

LeccePrima è in caricamento