Sport

Il Marittima ci crede di più e batte il Cursi Volley

Grosso rammarico per non aver saputo concretizzare il vantaggio durante i set

Inizia male il 2017 per il Cursi Volley. La squadra del presidente Lanzilotto ha infatti perso per 3 a 1 contro un combattivo Marittima (che occupa il terzo posto in classifica) e si ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive nel campionato provinciale di Prima Divisione maschile di pallavolo. Come formazione di partenza, Mister Nocita schiera Stefano Scrascia in regia, Valerio Ture nel ruolo di opposto, in banda Pierpaolo Ancora e Roberto Saracino, al centro Ezio Preste e Antonio Macrì (al posto dell'indisponibile Claudio Settembrini) e come libero Davide Linciano.

Dalla panchina partono Ennio Scrimieri, Andrea Ture, Giovanni D'Amelio, Lorenzo Pellegrino (che torna dopo un infortunio al braccio) e l'inossidabile Ubaldo Scrimieri nel doppio ruolo di atleta e vice-allenatore. Il Marittima, allenato da Gino Boccadamo, invece si presenta con la miglior formazione possibile. Iniziano le ostilità e il Cursi parte subito forte e dimostra di voler prendere in mano il gioco e, grazie ai colpi di Saracino in banda e di Macrì al centro, si porta in vantaggio sul 12-7, per poi subire il ritorno del Marittima ed allungare nuovamente fino al 20-14. Qui però arriva il solito calo di concentrazione: la formazione ospite raggiunge il pareggio ed è più cinica a chiudere il set ai vantaggi per 27-25.

Nel secondo set è il Marittima a partire col piede giusto, il Cursi è costretto ad inseguire, gli schiacciatori ospiti Boccadamo e Minonne fanno la voce grossa, ma nella formazione di casa Linciano risponde molto bene in ricezione. La gara prosegue in maniera equilibrata, Nocita sostituisce Saracino con Ennio Scrimieri e il Cursi riesce a riagguantare il Marittima ma a fine set gli ospiti sono ancora una volta decisivi e concludono con il punteggio di 28-26 a proprio favore. Nel terzo parziale Nocita cambia le carte in tavola e sposta Pierpaolo Ancora nel ruolo di opposto al posto di Valerio Ture che lascia il posto a Ennio Scrimieri come laterale. Regna l'equilibrio per tutta la durata del set e i numerosi spettatori possono assistere a un'ottima partita di pallavolo e fioccano gli applausi per gli scambi di gioco da una parte e dell'altra. Questa volta è il Cursi a dare la zampata vincente e chiude con il punteggio di 25-23.

Nel quarto set gli animi si scaldano, gli allenatori urlano, arriva qualche contestazione alla direzione arbitrale e il libero Davide Linciano viene ammonito per proteste. Il Cursi però riesce a portarsi in vantaggio e arriva anche a più sei punti di distacco ma la stanchezza si fa sentire; capitan Scrascia si scontra con Ancora durante un'azione di gioco ma preferisce restare in campo. L'allenatore ospite Gino Boccadamo allora opera qualche cambio per far rifiatare i suoi e così la sua squadra recupera punti e raggiunge il team di casa per poi superarlo a fine set accaparrandosi l'intera posta in palio.

Per il Cursi Volley c'è tanto rammarico ma la sconfitta è indolore perché rimane al quinto posto in classifica (l'ultimo utile per i playoff promozione) a 13 punti e a caldo commenta così il vicepresidente Antonio Turi: "Abbiamo perso una partita che era alla nostra portata, non siamo stati bravi a concretizzare per colpa del solito calo fisico e mentale che ci è stato ancora una volta fatale. Ora sotto con gli allenamenti per preparare al meglio le prossime gare." ASD CURSI VOLLEY - GS PALLAVOLO MARITTIMA 1 - 3 Progressione set: 25-27, 26-28, 25-23, 23-25 Arbitro: Cavalera Marta della Federazione Provinciale di Lecce Durata dell'incontro: 1 ora e 45 minuti Cronaca a cura dell'area comunicazione ASD Cursi Volley

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Marittima ci crede di più e batte il Cursi Volley

LeccePrima è in caricamento