Sport

Il Lecce sulle tracce di Olivieri: scuola Empoli, cartellino della Juve

Sarebbe a buon punto la trattativa per portare in giallorosso il giovane calciatore che nella scorsa stagione ha militato nell'Empoli, vincendo il campionato, dopo due stagioni con l'Under 23 bianconera

Il direttore dell'area tecnica, Pantaleo Corvino.

LECCE - Dopo il tesseramento del difensore centrale Alessandro Tuia, il Lecce appare vicino a Marco Olivieri, 21enne di proprietà della Juventus e la scorsa stagione in forza all'Empoli dove è anche cresciuto calcisticamente prima di approdare in bianconero (indossando le maglie di Primavera 1 e Under 23).

Il calciatore può agire in diversi ruoli della fase offensiva, tra cui quello di esterno di sinistra. Il direttore dell'area tecnica, Pantaleo Corvino, sta lavorando su questo fronte ma anche su altri con l'obiettivo di assicurare a mister Baroni un organico che sia già adeguato quando la squadra si ritroverà in sede, l'8 luglio, per le visite mediche. 

Intanto Mattia Felici ha subito oggi a Roma un intervento chirurgico per la stabilizzazione della spalla sinistra da parte del professor Giovanni Di Giacomo. Per il giovane calciatore, già aggregato più volte alla prima squadra, lo stop si è reso necessario dopo la lussazione recidivante subita nel corso della partita vinta dalla Primavera 2 contro i pari grado della Cremonese, gara che ha assicurato ai giallorossi la promozione in Primavera 1. Dopo questo successo il presidente della Lega di serie B, Mauro Balata, si è congratulato con il presidente Saverio Sticchi Damiani, con i soci e con tutto lo staff del club.

‘Il recente successo nel campionato Primavera 2 del Lecce - ha scritto Balata in una nota - non è avvenuto per caso, ma è frutto di un’attenta politica di patrimonializzazione, fondamentale oggi per il miglioramento sportivo e la sostenibilità economica di una società di calcio. Un risultato ottenuto grazie alla managerialità di un presidente illuminato che è anche consigliere di Lega, istituzione nella quale si è contraddistinto per un lavoro formidabile insieme a tutto il Consiglio direttivo e che ha portato a una forte crescita nella credibilità del nostro campionato. La medesima filosofia che Sticchi Damiani sta applicando con lungimiranza al Lecce’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce sulle tracce di Olivieri: scuola Empoli, cartellino della Juve

LeccePrima è in caricamento