Antonio Conte si racconta a "Credere". I ricordi della parrocchia, il valore della famiglia

Il commissario tecnico della Nazionale, in un'intervista ad un settimanale cattolico, attribuisce grande importanza, nella sua formazione adolescenziale all'oratorio di Sant'Antonio a Fulgenzio: "Mi ha tenuto lontano dalle tentazioni della strada"

Antonio Conte.

LECCE – Un commissario tecnico devoto, semplice, ancorato al valore della famiglia. Antonio Conte, l’allenatore della Nazionale di calcio, si racconta in un’intervista concessa a Laura Bellomi per il settimanale Credere. In primo piano, naturalmente il suo sentimento religioso.

Aspetto che fino ad oggi era stato tenuto lontano dal clamore mediatico intorno ad una figura nota a milioni di persone e non solo in Italia. Chiamato poco più di tre mesi addietro a prendere il posto di Cesare Prandelli, il tecnico leccese si è sposato nel giungo del 2013 con Elisabetta, la compagna dalla quale ha avuto Vittoria.

Nella sua formazione, Conte assegna un ruolo molto importante all’oratorio di Sant’Antonio a Fulgenzio, dove è stato anche chierichetto: “E’ stato un punto di riferimento, un rifugio dalle tentazioni della strada” ha riposto sul punto il commissario tecnico dell’Italia. Ed è la sua una constatazione tanto più vera quanto fulgenzio-2più estesa alla considerazione generale delle dinamiche sociali e adolescenziali soprattutto nelle città meridionali dove l’attività delle parrocchie di fatto rimpiazza l’assenza dello Stato in settori cruciali.

Nella parole del tecnico è anche evidente la gratitudine per l’educazione ricevuta dai genitori, anche quando sembravano non voler assecondare la sua passione dominante: dare calci ad un pallone gli è stato concesso solo a condizione che portasse a termine gli studi, che poi ha proseguito fino alla laurea presso l’Istituto superiore di educazione fisica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ chiaro con il successo calcistico del figlio, è cambiata la vita di tutta la famiglia, soprattutto dal punto di vista economico. E la guida degli Azzurri si è materializzato come un sogno improvviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento