Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Per Lopez è già tempo di vittoria: “Da domenica in campo daremo sempre il massimo”

In conferenza stampa il 29enne uruguagio ha raccontato alcuni particolari della trattativa per il rinnovo del suo contratto e ha garantito che il gruppo è determinato a trasformare la rabbia per la scorsa stagione in risultati sul campo

Walter Lopez.

LECCE – “Non siamo rimasti perché il mare è bello”. Così Walter Lopez, in conferenza stampa prima dell’allenamento a Squinzano, ha sintetizzato lo spirito di rivalsa che aleggia nella comitiva giallorossa. Sono del resto diversi i calciatori che hanno deciso di continuare l’avventura con il club salentino nonostante le delusione della scorsa stagione e le offerte ricevute da altre squadre.

Prima Papini e Salvi, poi Miccoli, Diniz, Caglioni, Doumbia e non solo: tutti giocatori che non avrebbero avuto grandi problemi a trovare altre sistemazioni. Ma l’idea fissa e contagiosa è stata quella di non muovere un passo da Lecce. Così è stato anche per il laterale uruguagio che ha raccontato alcuni dettagli della trattativa poi conclusa con l’accordo. Nemmeno il tempo di smaltire la rabbia di Frosinone, il 29enne nato a Montevideo, aveva già comunicato al suo procuratore la volontà di continuare a vestire la maglia giallorossa. Intanto il suo cellulare squillava, ma lui ha sempre deviato le chiamate all’agente, Betancourt. Poi, quando l’intesa non era ancora maturata, ha chiesto ad Antonio Tesoro di partire in ritiro con i compagni: a dimostrazione di quanto per lui la faccenda fosse di fatto risolta sin dall’inizio.

Dal campionato perso in finale, Lopez ha dichiarato di aver appreso una lezione: “Dobbiamo ridurre gli errori quasi a zero. In Lega Pro si corre tanto e si gioca meno al calcio che nelle categorie superiori. Siamo tutti, passatemi la parola, incazzati, di certo qualcosa abbiamo sbagliato lo scorso anno, qualcos’altro ci è mancato, ma noi siamo determinati a dare il 110 per cento e lo vedrete già da domenica prossima”.

Il difensore, che ha incontrato i cronisti poco prima che la Lega Pro rendesse nota la suddivisione dei gironi, ha detto di non temere nessuna squadra in particolare, ma allo stesso tempo tutti. Si è detto però convinto di far parte di un gruppo forte e coeso, con elementi di spessore in ogni ruolo, ma sa anche che le chiacchiere stanno a zero: “Alla fine, lo scorso anno, non abbiamo fatto niente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Lopez è già tempo di vittoria: “Da domenica in campo daremo sempre il massimo”

LeccePrima è in caricamento