menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Eugenio Corini (foto Chilla).

Eugenio Corini (foto Chilla).

Corini, bilancio del girone di andata: "Siamo tra il discreto e il buono"

Il tecnico bresciano ha accolto con soddisfazione il risultato di 2 a 2 maturato al Via del Mare contro l'Empoli. E su Rodriguez: "Ha tanta energia, si sta guadagnando fiducia e opportunità"

LECCE - Se non è una vittoria, poco ci manca: recuperare due gol alla capolista non è da tutti, ma il suo Lecce c'è riuscito. E dire che la squadra salentina sembrava avviata a una sconfitta certa davanti a un avversario che fino allo spezzone finale di gara si stava imponendo con autorevolezza.

Mister Eugenio Corini, in conferenza stampa (video) ha cercato così di spiegare i due volti mostrati dal Lecce: "Sapevamo di venire da due settimane con un tipo di lavoro che ci poteva condizionare in termini di brillantezza, ma con l'obiettivo di crescere nel medio periodo. Inoltre abbiamo lavorato una settimana al cambio di modulo (per la squalifica dell'attaccante Coda, ndr), e giocavamo contro una squadra consolidata da valori e certezze. Sapevo anche di poter fare affidamento solo in maniera parziale su Rodriguez. I cambi ci hanno dato energia e abbiamo fatto 25 minuti importanti, con la volontà di vincere: questi sono segnali importanti. Alla fine lo spirito è venuto fuori, ma anche la qualità".

Il tecnico bresciano è statochiamato a commentare la prestazione di coloro - oltre a Rodriguez, autore del gol, anche Bjorkengren, Listkowski, Hjulmand, Gallo - che sono partiti dalla panchina per poi risultare decisivi ai fini del risultato finale: "I ragazzi sono entrati bene, abbiamo spiegato a Hjulmand i movimenti che ci servono in quella zona del campo. Il calcio è cambiato in questa epoca di Covid, non ci sonoi  tifosi che secondo me sarebbero stati molto importanti: magari avrebbero rumoreggiato, ma forse sul finale la palla del 3 a 2 l'avrebbero spinta loro in rete. I cinque cambi a disposizione comportano strategie diverse. Al termine del girone di andata la sensazione che mi resta è che il gruppo è unito e può reggere le difficoltà con tutte le risorse a disposizione".

Inevitabile un focus su Pablo Rodriguez, al secondo gol in  maglia giallorossa nonostante i pochi minuti disputati: " Ha tanta energia - ha risposto Corini - e si sta guadagnando fiducia e se continua così avrà le sua opportunità. Fino a giovedì non eravamo sicuri di poter contare su di lui, per questo devo dire grazie allo staff. In certi momenti un poco di spensieratezza è fondamentale, io dovevo trovare risorse per riprendere la partita e le ho trovate". 

L'occasione è anche utile per un bilancio del girone di andata: "Spero che il nostro valore si possa consolidare, il nostro girone di andata lo valuto tra il discreto e il buono, ma credo che abbiamo posto le basi che ci servono. La fine del mercato poi sgombrerà il campo da alcune situazioni. Siamo in zona play off, dobbiamo alzare l'asticella. Siamo nel pieno di un momento di passaggio nello strutturare una squadra che veniva da una retrocessione e nel mettere insieme ragazzi che vengono da paesi diversi. Oggi abbiamo 30 punti, con 60 non ci sarebbe promozione diretta quindi è chiaro che proveremo a fare di più".

Corini ha infine sostanzialmente assolto i suoi dal punto di vista della tenuta difensiva: "Contro questo tipo di squadra siamo stati messi sotto stress, abbiamo tenuto botta bene. Se abbiamo superato questo test vuol dire che possiamo migliorare perchè Il livello degli avversari non sarà sempre quello dell'Empoli". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento