menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corini finalmente a bordo campo dopo il Covid (foto Chilla).

Corini finalmente a bordo campo dopo il Covid (foto Chilla).

Mister Corini promuove la squadra: "La nostra prova mi è piaciuta"

Al termine di Lecce-Monza, finita 0 a 0, il tecnico dei giallorossi ha commentato la gara rimarcando l'applicazione dei suoi a livello tattico e mentale. E sul Covid: "Primi dieci giorni molto duri"

LECCE - Dopo un lungo e non facile periodo lontano dal campo e dalla sua squadra a causa dell'infezione da Covid - sintomatica, nel suo caso -, Eugenio Corini è tornato alla guida del Lecce giusto in tempo per la sfida la Monza.

Il pareggio a reti inviolate maturato alla fine, per l'allenatore bresciano, è un risultato non banale: "Una partita tra due squadre che si sono rispettate e che hanno provato a superarsi fino all'ultimo secondo. Mi è piaciuta la prova che abbiamo fatto, a livello di solidità, di attenzione nella fase di non possesso nella quale dobbiamo migliorare tanto. Non aver preso gol contro una squadra forte come il Monza è importante e, secondo me, dopo i primi 25 minuti in cui ci siamo assestati, la squadra è salita nel rendimento con grande compattezza, ha costruito situazioni per provare a vincere. Nella prima parte di gara abbiamo difeso bene ma in fase di proposta abbiamo commesso qualche errore tecnico: una squadra con la nostra qualità non può permetterselo. Poi siamo andati meglio, siamo usciti in maniera più fluida risalendo il campo con grande ordine. Abbiamo finito in crescendo il primo tempo e nel secondo ci siamo comportati bene. Sono soddisfatto di come i ragazzi si sono approcciati alla gara e di come l'hanno sviluppata durante i 90 minuti". 

Fase difensiva: con Dermaku passi in avanti

Dal punto di vista difensivo, in particolare, si sono visti dei passi in aventi: "Se mettiamo attenzione ai particolari, se ci assumiamo le responsabilità invece di delegarle, se abbiamo voglia di difendere tutti insieme, possiamo fare il passaggo dall'essere una buona squadra all'essere una squadra vincente - ha commentato Corini -. Oggi ho visto un miglioramento importante, come ho detto ai ragazzi nel salutarli dopo la partita, dobbiamo tenere a mente la voglia che abbiamo avuto oggi, anche quella di non subire un solo tiro: così facendo potremo fare un campionato da protagonisti". 

Quella contro il Monza è stata anche la partita del rientro per Dermaku: "Lo avevamo preso con un'idea ben precisa, poi sapete tutti i problemi fisici che ha dovuto affrontare (e il Covid, ndr). Questa partita anche per lui deve avere un significato importante dopo un lungo periodo di difficoltà: ha difeso bene e ha sfiorato il gol nel recupero. Sarebbe stata l'apoteosi". 

L'affidabilità della panchina

Il tecnico dei giallorossi ha speso anche parole di elogio per i calciatori che sono entrati a gara in corso: Devo dire che l'energia dalla panchina è sempre stata la nostra forza: mi sarebbe piaciuto avere una risorsa in più in attacco, ma oggi eravamo questi. I ragazzi che sono entrati lo hanno fatto bene, faccio un complimento particolare a Majer perché è entrato in campo senza riscaldamento e ha fatto una partita di gran solidità e attenzione, anche in fase di costruzione del gioco". Lo sloveno ha sostituito Paganini, al 18' del primo tempo: "Luca pensiamo abbia avuto uno stiramento, vedremo l'esito dopo gli esami strumentali, ma è difficile pensare che possa esserci a Reggio Calabria (sabato 16 gennaio)". L'allenatore ha poi spiegato che fino alla ripresa degli allenamenti, fissata per domenica 10 gennaio, la squadra sarà a riposo ma i calciatori dovranno seguire un programma per farsi trovare pronti alla settimana che servirà a preparare la trasferta in Calabria.

Il Covid: "Molto duri i primi dieci giorni"

Corini, in chiusura di intervista, ha poi raccontato meglio le sensazioni provato per il rientro: "Quando ho avuto la conferma della negatività ero anche un pizzico emozionato perché sono stato 21 giorni in casa, con i primi otto, dieci particolarmente duri. Sono tornato a fare il mio lavoro, ho cercato di trasferire ai ragazzi tutto quello che potevo, sono felice. Rifaccio i complimenti a mister Lanna e a tutti i miei collaboratori, ringrazio la società che mi è stata vicino in una maniera straordinaria, l'ho apprezzato tantissimo e sono grato ai tifosi, anche se non ho profili social so che tanti hanno manifestato la loro felicità per il mio rientro. Lavorerò sempre più intensamente per regalare loro le migliori soddisfazioni possibili: devono essere orgogliosi di questa società, dei ragazzi e io mi devo impegnare per far salire il livello di questa squadra verso un obiettivo straordinario che possiamo raggiungere tutti insieme".

La 17esima giornata

I risultati: Cosenza-Empoli 0 a 2; Venezia-Pisa 1 a 1; Lecce-Monza 0 a 0; Ascoli-Reggina 2 a 1; Reggiana-Pescara 0 a 1; Entella-Cittadella 1 a 0; Salernitana-Pordenone 0 a 2; Cremonese-Chievo 0 a 2; Frosinone-Spal 1 a 2; Brescia-Vicenza (ore 21).

La classifica: Empoli 34; Salernitana 31; Monza 30; Spal 29; Cittadella 27; Lecce 26; Frosinone e Venezia 25; Chievo e Pordenone 24; Brescia 21; Pisa 20; Reggina 17; Vicenza e Pescara 16; Cremonese, Reggiana e Cosenza 15; Entella 14; Ascoli 13. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento