Sport Casarano

Italgest, che successo: lo scudetto arriva in anticipo

La Italgest Salento d'Amare espugna per la prima volta il Pala San Giacomo e festeggia con tre giornate d'anticipo la riconferma dello scudetto

italgest-2

La Italgest Salento d'Amare espugna per la prima volta il Pala San Giacomo e festeggia con tre giornate d'anticipo la riconferma dello Scudetto. In terra barese la Indeco Conversano è decisa a riaprire i giochi tricolore, ma gli uomini di coach Ivanisevic sanno di avere un appuntamento importante con la storia.

Al seguito c'è un nutrito gruppo di supporters rossoazzurri, pronti a sostenere Tarafino e compagni. Il match rispetta le attese, con due squadre pronte a darsi battaglia gol su gol, impedendo di prevedere come andrà a finire. Tuttavia la Italgest conduce sempre i giochi, seppure senza vere e proprie fughe. Coach Ivanisevic costruisce il successo puntando sulla regia di Blazo Lisicic, la fisicità di Alejandro Buffa, il dinamismo di Radovcic e l'infallibilità di Rok Ivancic. Ma il gruppo è la vera forza della Italgest, capace di stringere i denti nei momenti più delicati. Fovio e Modrusan risulteranno infatti determinanti per il risultato finale con le loro parate salva punteggio, e le forze fresche della panchina alla lunga hanno fatto la differenza.

Il fischio finale scatena i festeggiamenti, per un traguardo storico raggiunto con largo anticipo. "Siamo venuti qui convinti dei nostri mezzi - ha dichiarato a fine gara il portiere Vito Fovio - e il successo è meritato. Ce lo godiamo e lo regaliamo al nostro splendido pubblico". Soddisfatto anche coach Ivanisevic, molto teso durante la gara per un'arbitraggio non all'altezza della situazione: "abbiamo sofferto - ha commentato - ma in questo modo la vittoria è ancora più bella".

La curva rossoazzurra è in delirio mentre tutti gli atleti in maglia blu festeggiano il presidente Ivan De Masi, visibilmente emozionato. "Siamo contentissimi - ha commentato a caldo - è un onore poter regalare al Salento e alla nostra gente il secondo scudetto consecutivo. Una vittoria contro una grandissima squadra, che ci ha messi in difficoltà fino all'ultimo. Da quando abbiamo preso la Italgest sembra di vivere un sogno, questa squadra ha dimostrato in questo biennio di essere la più forte".


Chiusura con un pensiero al futuro, che va oltre i confini nazionali: "Siamo in champions league - ha detto De Masi - e vogliamo fare meglio dello storico risultato conquistato quest'anno in coppa Ehf". Il sogno rossoazzurro sembra non finire mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italgest, che successo: lo scudetto arriva in anticipo

LeccePrima è in caricamento