Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

La festa degli Ultrà: "100 volte auguri Lecce nesciu"

Gli Ultrà Lecce tornano a parlare in via ufficiale, e lo fanno delegando il loro pensiero ad un volantino che circola in città. E' un invito ad una grande festa estesa a tutti i tifosi

Una sciarpata in Curva Nord.

"Cento volte auguri Lecce nesciu". Gli Ultrà Lecce tornano a parlare in via ufficiale, e lo fanno delegando il loro pensiero ad un volantino che sta iniziando a circolare in città. E' un invito ad una grande festa, quella per i cento anni, che la frangia più calda della tifoseria estende a tutti i tifosi. Con le bandiere e gli striscioni, come un tempo, ma al di fuori dello stadio. "Come molti sapranno la Curva Nord è ormai spoglia di colore da quasi un anno a causa dei decreti sempre più restrittivi, soprattutto nella nostra città, volti ad eliminare qualsiasi tipo di aggregazione e con essa qualsiasi tipo di forma e di colore, se non previa autorizzazione a mezzo fax all'Us Lecce ed alla Questura". Esordisce così il volantino, facendo riferimento alle nuove normative che, come altre curve italiane, non hanno digerito. Al punto di aver scelto consapevolmente la linea da adottare, quella di non far passare più gli striscioni che un tempo campeggiavano sugli spalti. Sarebbe sufficiente una richiesta ufficiale, in realtà, che però non viene inoltrata come forma di protesta contro le misure adottate dall'Osservatorio del Viminale.

"Quale danno possono arrecare uno striscione, uno stendardo o una bandiera giallorossa?", si chiedono i tifosi della curva. "Per questi ed altri motivi anche quest'anno abbiamo mantenuto e continueremo a portare avanti i nostri ideali - spiegano -, rinunciando al colore, ma non al 'calore'. Da più di 10 anni, infatti, volutamente coloriamo la curva e seguiamo il Lecce a nostre spese, per passione e non per interesse. Non ci adegueremo, pertanto, neanche questa volta - proseguono - a qualsiasi forma di colore 'imposta' nel giorno della festa del centenario. Nonostante tutto, noi, Ultrà Lecce, non potendo colorare la Curva Nord come sempre, coloreremo le vie della città, ritrovandoci in piazza Sant'Oronzo domenica 16 marzo alle ore 13 per festeggiare a modo nostro i cent'anni del nostro Lecce".

"Invitiamo pertanto - dicono i tifosi - chi come noi ama i colori giallorossi, portando bandiere, stendardi e tutto ciò che non è possibile far entrare nello stadio come una volta. Potete anche proibire - concludono qcon una nota polemica -, ma non eliminare la gioia di essere Ultras sette giorni su sette. Ultrà Lecce è un fenomeno libero e radicato. Questa è la sua storia, questo è il suo destino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa degli Ultrà: "100 volte auguri Lecce nesciu"

LeccePrima è in caricamento